Inaugurazione mostra fotografica permanente "Uno scatto verso l'integrazione"

Percorsi di comunicazione linguistica e visiva per l'inclusione sociale degli immigrati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

A Bari, il quartiere Libertà è spesso scenario di episodi di discriminazione verso i cittadini stranieri, molti dei quali popolano la zona per la presenza di enti e associazioni che offrono loro servizi di prima accoglienza.

L'opinione diffusa è che la causa dell'incuria in cui versano alcune zone del quartiere, in particolare Corso Italia e le sue arcate ferroviarie, sia loro unica e sola responsabilità.

L'organizzazione non governativa CTM (Cooperazione nei Territori del Mondo) e l'associazione INUIT, con il progetto "Uno scatto verso l'integrazione", finanziato dalla Regione Puglia, hanno voluto invertire questa tendenza e sperimentare un nuovo approccio volto a migliorare l'inclusione sociale attraverso la cura dei luoghi comuni. Convinti che la riqualificazione di un luogo pubblico e condiviso fra italiani e immigrati possa creare occasioni di incontro e scambio fra culture diverse, il gruppo dei partecipanti al progetto ha seguito prima un laboratorio di italiano con il metodo autobiografico e successivamente uno di fotografia sociale.

Storie di vita si sono incrociate attraverso le parole e le immagini fino alla realizzazione dell'opera artistica finale che verrà installata e inaugurata, in collaborazione con le Ferrovie Appulo Lucane, venerdì 3 luglio 2015 alle ore 18,00 sotto le arcate ferroviarie di Corso Italia in corrispondenza dei numeri civici 77-93.

L'auspicio è che l'esaltazione dell'arte e della bellezza in luoghi pubblici e condivisi possa facilitare il dialogo fra culture diverse, in cui il rispetto e la comprensione dell'altro siano alla base di una società multietnica.

Per ulteriori informazioni:

f /scattointegrazione

w /ctm-lecce.it

w /progettoinuit.it

Torna su
BariToday è in caricamento