Cronaca Carrassi / Via Giovanni Modugno

Orti nelle scuole, progetto al via: "Così i bimbi scoprono la cura dell'ambiente"

Quattro gli istituti baresi coinvolti nella sperimentazione. Questa mattina l'avvio dei lavori nella scuola d'infanzia "Lioce", alla presenza del sindaco Decaro e dell'assessore Paola Romano.

Trasformare un momento ludico in un'occasione per trasmettere ai più piccoli i valori del rispetto dell'ambiente e della cura del territorio, ma anche per far scoprire loro tradizioni e cultura alimentare. Attraverso un gesto semplice, come quello di piantare o innaffiare una piccola pianta di insalata.

Nasce con questo intento il progetto "orti urbani nelle scuole", promosso dal Comune di Bari in collaborazione con alcuni comitati di genitori e di quartiere, e con l'associazione di cittadinanza attiva BAM.

Questa mattina il sindaco Decaro el l'assessore alle Politiche giovanili Paola Romano, hanno inaugurato il primo orto presso la scuola d'infanzia "S. Lioce" in via Modugno. Ma gli istituti scolastici coinvolti nella sperimentazione saranno in tutto quattro: oltre alla "Lioce", la scuola elementare Marconi e le scuole dell'infanzia Regina Margherita e Manzari Buonvino.

L'iniziativa è stata realizzata grazie ad un accordo con quattro vivai che hanno fornito gratuitamente il materiale necessario, e con la collaborazione dell’architetto Nuccia Rosiello che, gratuitamente, si è occupata di organizzare il lavoro di preparazione e gestione degli spazi e del materiale.

"Il progetto degli Orti urbani nelle scuole - ha spiegato il sindaco Decaro - nasce dalla volontà di sensibilizzare le giovani generazioni alla cura del verde e alla rinaturalizzazione del territorio attraverso l’educazione alla cura degli orti. Oggi abbiamo piantato l’insalata scarola, perché vogliamo che con questo progetto i più piccoli imparino le tradizioni della nostra terra e della nostra cultura alimentare, stando insieme e condividendo un momento ludico. Voglio ringraziare - ha proseguito il sindaco - le scuole, i comitati dei genitori e le associazioni che accompagneranno i più piccoli in questo percorso. Ringrazio anche i vivai che hanno dato la loro disponibilità a collaborare con noi attraverso un accordo che prevede che loro forniscano alle scuole tutto il materiale necessario. Ci piacerebbe che gli orti urbani divenissero una pratica di uso comune anche al di fuori delle scuole, ci sono tante aree incolte della nostra città che potrebbero essere prese in cura da cittadini e associazioni. L’amministrazione comunale in questo senso sta studiando un regolamento che permette proprio ai cittadini di prendersi cura del bene pubblico attraverso un affidamento temporaneo di aree".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orti nelle scuole, progetto al via: "Così i bimbi scoprono la cura dell'ambiente"

BariToday è in caricamento