Ancora roghi notturni tra Japigia e Mungivacca: rifiuti dati alle fiamme in campagna

L'ennesimo incendio nella zona del Maab, già nota per gli sversamenti abusivi: in piena notte l'intervento dei Rangers Puglia. La rabbia dei residenti: "E' insostenibile"

La zona dell'incendio

Ancora un incendio, ancora rifiuti dati alle fiamme nelle campagne. L'ultimo episodio la notte scorsa nella ormai tristemente nota zona del Maab - il mai partito mercato agrialimentare barese - nelle campagne tra Mungivacca e Japigia.

A bruciare sarebbero stati ancora una volta materiale plastico, infissi in legno, parti di apparecchi elettrici. Questo, almeno, era ciò che risultava abbandonato in quella zona, già finita sotto i riflettori da tempo proprio per gli sversamenti abusivi di rifiuti e i conseguenti ieri.

Nella notte, intorno alle 1.30, ad intervenire sul posto, su sollecitazione dei residenti di Japigia, sono state le Guardie ambientali dei Rangers Puglia, che hanno constatato la presenza del rogo da cui si sprigionava un forte odore acre. A bruciare sarebbe stata un'ampia zona di campagna, compresa quella in cui erano presenti i rifiuti.

Intanto i residenti sono semre più esasperati: "E' una situazione insostenibile", commentano sulla pagina Fb del comitato cittadino nato per proprio per denunciare e monitorare il fenomeno. E tanti si chiedano perchè, nonostante segnalazioni e denunce effettuate, non sia sia già intervenuti da tempo per ripulire o ordinare ai proprietari del fondo la pulizia della zona.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

Torna su
BariToday è in caricamento