menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendia vetrina di negozio inaugurato due mesi prima: 51enne incastrato dalle telecamere e arrestato

All'interno dell'abitazione sono stati rinvenuti gli abiti utilizzati durante l'incendio. Per l'uomo sono quindi scattati gli arresti domiciliari disposti dal Gip su richiesta della Procura: dovrà rispondere di tentato incendio aggravato. 

I Carabinieri hanno arrestato a Bari il 51enne Francesco Diomede, ritenuto responsabile dell'incendio che ha distrutto, lo scorso 3 febbraio, le vetrine del negozio di materassi Unibed, inaugurato due mesi prima in viale Unità d'Italia. Le indagini si sono dirette immediatamente sui clan locali. Grazie all'utilizzo delle telecamere di videosorveglianza della zona, i militari hanno potuto notare un uomo con il volto coperto mentre versava liquido infiammabile sulla vetrata del negozio, per poi appiccare il fuoco.

L'uomo è quindi fuggito con la tanica in mano fino alla propria abitazione, a poche centinaia di metri di distanza: i Carabinieri lo hanno identificato in DiomedL'incendio della vetrina: le immagini immortalate dalle telecameree, già noto alle forze dell'ordine, sottoposto al libertà vigilata e ritenuto affiliato all’omonimo clan.

All'interno dell'abitazione sono stati rinvenuti gli abiti utilizzati durante l'incendio. Per il 51enne sono quindi scattati gli arresti domiciliari disposti dal Gip su richiesta della Procura: dovrà rispondere di tentato incendio aggravato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento