Inceneritore alla zona industriale, il Comune richiede accesso agli atti

Il sindaco 'allerta' l'Avvocatura su un possibile ricorso. Chiesto l'accesso alla documentazione in Regione, per fare chiarezza sulla richiesta di un finanziamento pubblico per la realizzazione dell'impianto

Il Comune richiede alla Regione l'accesso agli atti e si prepara ad un eventuale ricorso "da presentare nel caso in cui non si riaprisse la procedura AIA, contro l’approvazione del progetto dell’impianto di trattamento dei rifiuti della Newo".

Lo rende noto un comunicato diffuso da Palazzo di Città. Il sindaco, oltre ad 'allertare' l'Avvocatura comunale per l'attivazione delle procedure in vista di un possibile ricorso, "contestualmente ha fatto richiesta di accesso agli atti presso la Sezione Competitività e Ricerca dei Sistemi Produttivi della Regione Puglia per verificare la documentazione, presentata dall’azienda, utile alla concessione di un cospicuo finanziamento pubblico da parte di Puglia Sviluppo per la realizzazione di suddetto impianto".

"Nello specifico, nella nota inviata si richiede: “di acquisire copia di tutti gli atti e/o provvedimenti adottati nel corso della fase istruttoria della medesima procedura di finanziamento avviata dalla Newo S.p.A., con particolare riferimento ad ogni eventuale parere reso, nonché copia del progetto presentato dalla proponente e del relativo piano economico e finanziario”".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Allo stesso tempo - prosegue il comunicato del Comune - è stata trasmessa a Puglia Sviluppo e alla Sezione regionale succitata, la nota in cui l’Amiu Puglia dichiara al Comune di Bari di non “avere in essere alcun rapporto contrattuale con la società Newo, nè alcun accordo di collaborazione, né impegno che preveda il conferimento dei rifiuti biostabilizzati presso l’impianto di ossidocombustione a realizzarsi”". "Con la stessa nota si invitano gli stessi uffici, ciascuno per le proprie competenze, ad accertare se nella procedura di finanziamento avviata dalla NEWO S.p.A. sia assunto a fondamento del Piano economico e finanziario presentato il conferimento di RSU da parte dell’AMIU Puglia Spa (anche se trattati)".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento