Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Inceneritore nella zona industriale di Modugno: sette sindaci dicono no al progetto

Gli amministratori di Modugno, Bitetto, Bitritto, Binetto, Giovinazzo, Palo del Colle e Sannicandro hanno scelto di indire un Consiglio comunale per manifestare la contrarietà alla struttura di smaltimento rifiuti

Sette no al progetto dell'inceneritore di rifiuti della foggiana Newo, che dovrebbe sorgere nell'area industriale di Modugno. Ad esprimere la loro contrarietà al progetto sono i sindaci dell'Aro Ba2: oltre al presidente Nicola Magrone (primo cittadino di Modugno), si sono uniti alla causa  Giuseppe Giulitto (per il Comune di Bitritto), Giuseppe Delzotto (per il Comune di Binetto), Tommaso Depalma (per il Comune di Giovinazzo), Anna Zaccheo (per il Comune di Palo del Colle), Giuseppe Giannone (per il Comune di Sannicandro) Sindaci dell'Aro Ba2, riuniti il 31 gennaio 2018 presso il Comune di Modugno (Capofila dell'Ambito).

VIDEO | La protesta degli ambientalisti sotto il Consiglio regionale

In ciascuno dei Comuni sarà dedicata una seduta del Consiglio per l'approvazione di un documento unico che ribadisca le motivazioni tecniche e politiche della
contrarietà all'impianto di ossicombustione. Nel testo, spiegano in una nota, verrà anche sottolineata la "

contraddizione della politica sui rifiuti della Regione Puglia, la quale da un lato si pronuncia a favore dell'economia circolare per la chiusura del ciclo dei rifiuti e dall'altro autorizza progetti di combustione/incenerimento degli  stessi. 

Il Comune di Modugno darà la partenza alla serie dei consigli comunali con una seduta aperta e monotematica indicativamente in programma il 17 febbraio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore nella zona industriale di Modugno: sette sindaci dicono no al progetto

BariToday è in caricamento