Inchiesta appalti "truccati" case popolari, torna ai domiciliari l'ex direttore dell'Arca Lupelli

A disporlo la Corte di Cassazione respingendo il ricorso dei difensori contro il provvedimento del Riesame che aveva accolto la richiesta del pm. Gli inquirenti avevano impugnato la decisione del gip di scarcerare l'ex dirigente

Sabino Lupelli, ex direttore di Arca Puglia, è tornato agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta della Guardia di Finanza per presunta corruzione di appalti ritenuti truccati, riguardanti lavori alle case popolari. A deciderlo la Corte di Cassazione che ha respinto il ricorso dei difensori contro la decisione del Tribunale del Riesame che aveva accolto, nei mesi scorsi, la richiesta del pm Savina Toscani. Gli inquirenti avevano impugnato l'ordinanza del gip Giulia Romanazzi che disponeva la scarcerazione. Il prossimo 5 dicembre davanti al gup si svolgerà l'udienza per la richiesta di rinvio a giudizio. 

AGGIORNAMENTO: Sentenza processo: assolto imprenditore Mazzitelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

Torna su
BariToday è in caricamento