Cronaca

Inchiesta De Benedictis, perquisizioni a casa del giudice: scoperte e sequestrate altri 4mila euro

Il danaro, oltre ai circa 60mila euro trovati nel corso della perquisizione del 9 aprile scorso, si trovava nelle prese di derivazione elettrica dell’abitazione.

Altri 4mila euro in contanti sono stati individuati nell’abitazione del gip del Tribunale di Bari Giuseppe De Benedictis nel corso della perquisizione di sabato scorso, compiuta contestualmente al suo arresto per presunti episodi di corruzione verso i clienti dell'avvocato barese Giancarlo Chiariello, anch'egli attualmente in carcere. Le indagini sono condotte dalla Procura barese.

Il danaro, oltre ai circa 60mila euro trovati nel corso della perquisizione del 9 aprile scorso, si trovava nelle prese di derivazione elettrica dell’abitazione. Stamane vi era stata una perquisizione anche negli studi dell'avvocato Giancarlo Chiariello, arrestato perché ritenuto complice del giudice nel reato di corruzione in atti giudiziari: nel corso dei controlli sono stati sequestrati atti e computer.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta De Benedictis, perquisizioni a casa del giudice: scoperte e sequestrate altri 4mila euro

BariToday è in caricamento