Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Inchiesta Dec: Gerardo De Gennaro respinge le accuse davanti al gip

Questa mattina l'interrogatorio di garanzia dell'imprenditore, consigliere regionale del Pd. Alle accuse di falso e frode nei progetti per i due parcheggi interrati De Gennaro ha risposto di non essersi mai occupato degli aspetti tecnici degli appalti, negando anche di aver mai cercato di corrompere i dirigenti pubblici coinvolti nell'inchiesta

Gerardo De Gennaro respinge le accuse. In poco più di un'ora di interrogatorio, l'imprenditore, amministratore di fatto della Dec e consigliere regionale del Pd, ai domiciliari dallo scorso 13 marzo, ha risposto alle domande del gip Michele Parisi negando qualsiasi addebito a suo carico.

LE IRREGOLARITA' NEI PROGETTI DEI PARCHEGGI - A proposito delle presunte irregolarità nella realizzazione dei due pracheggi interrati di piazza Cesare Battisti e piazza Giulio Cesare, l'imprenditore ha spiegato di non essere un tecnico e di essersi mai occupato degli aspetti tecnici dell'appalto, respingendo le accuse di frode e falso nei progetti. Tra le irregolarità contestate alla Dec, ad esempio, la realizzazione di cantinole abusive nel parcheggio di piazza Giulio Cesare, ricavate all'interno delle intercapedini della struttura.

L'INTERROGATORIO DI DANIELE DE GENNARO - Sulla stessa linea difensiva di Gerardo anche Daniele De Gennaro, direttore generale della Dec Spa, anche lui agli arresti domicliari. A quanto si è appreso anche Daniele De Gennaro ha risposto a tutte le domande del gip Michele Parisi, spiegando di non essersi mai occupato di questioni tecniche inerenti collaudi e progetti, ma di gestire l'organizzazione della società.



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Dec: Gerardo De Gennaro respinge le accuse davanti al gip

BariToday è in caricamento