Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Processo escort-Tarantini, udienza preliminare rinviata al 20 marzo

L'udienza fissata per oggi posticipata a causa dell'impossibilità di notificare l'inizio del processo a 4 delle 25 presunte escort

E' stata rinviata al prossimo 20 marzo l'udienza preliminare sul processo escort-Tarantini. La decisione è stata presa questa mattina dal gup del Tribunale di Bari Ambrogio Marrone data l'impossibilità di notificare - causa irreperibilità - a quattro delle 25 presunte escort l'inizio dell'udienza preliminare.

Nel processo sono imputate otto persone, tra cui Gianpaolo e Claudio Tarantini, accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione in relazione alle donne condotte in alcune residenze di Silvio Berlusconi.

Prima di rinviare l'udienza al giudice è stata formulata richiesta di costituzione di parte civile da parte di Maria Teresa De Nicolò (ma non Barbara Montereale, come si era invece appreso in un primo momento) che si aggiunge a quella di Patrizia D'addario, già costituitasi.

Oltre ai fratelli Tarantini sono imputati la tedesca Sabina Began, la cosiddetta 'ape regina' delle feste dell'ex premier, le attrici Letizia Filippi e Francesca Lana, l'avvocato fasanese Salvatore Castellaneta, referente per l'organizzazione delle feste private di Berlusconi a Milano e due soci in affari dei Tarantini, Pierluigi Faraone e Massimiliano Verdoscia. Il difensore di Castellaneta ha annunciato che chiederà il rito abbreviato. Il legale di Gianpaolo Tarantini, Nicola Quaranta, si è riservato di chiedere eventuali riti alternativi alla prossima udienza.

*Ultimo aggiornamento ore 17.30

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo escort-Tarantini, udienza preliminare rinviata al 20 marzo

BariToday è in caricamento