Cronaca

Processo escort, sì del giudice alle intercettazioni tra Sara Tommasi e Berlusconi

Il gup Ambrogio Marrone ha ammesso nel procedimento gli atti depositati dalla Procura lo scorso 20 marzo, che comprendono intercettazioni telefoniche ed sms tra la show girl Sara Tommasi, Paolo e Silvio Berlusconi e il calciatore Mario Balotelli

Entreranno a far parte degli atti del processo barese escort-Tarantini le intercettazioni tra la showgirl Sara Tommasi, Paolo e Silvio Berlusconi e il calciatore Mario Balotelli. Lo ha deciso oggi il gup del tribunale di Bari Ambrogio Marrone, che ha ammesso gli atti depositati dalla Procura nell'udienza dello scorso 20 marzo.

Le intercettazioni - di telefonate ed sms - sono contenute in un'informativa della Procura di Napoli depositata dai pm Ciro Angelillis ed Eugenia Pontassuglia per sostenere la tesi secondo la quale esisteva un sistema di sfruttamento della prostituzione di cui facevano parte anche le ragazze della 'scuderia' di Tarantini. Sara Tommasi, infatti, coinvolta nel procedimento napoletano, risulta parte offesa a Bari. Sarebbe tra le ragazze che partecipavano alle feste nelle residenze estive di Silvio Berlusconi tra il 2008 e il 2009.

L'udienza preliminare proseguirà il 18 aprile con la discussione dei pm e delle parti civili costituite, le escort Patrizia D'Addario e Terry De Nicolò.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo escort, sì del giudice alle intercettazioni tra Sara Tommasi e Berlusconi

BariToday è in caricamento