Cronaca

Ferrovie Sud Est, sequestrati 3,8 milioni all'ex amministratore unico Fiorillo

Il provvedimento eseguito dalla Finanza ha riguardato un conto corrente e due polizze assicurative: le indagini avrebbero messo in luce come l'ex capo della società abbia tentato di svincolare le polizze, trasferendone il controvalore su un conto di recente accensione

Un sequestro del valore di 3,8 milioni è stato eseguito dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari a carico di Luigi Fiorillo, ex amministratore unico delle Ferrovie Sud Est, la società di trasporto pubblico pugliese di proprietà del Ministero dei Trasporti ed Infrastrutture, attualmente commissariata per presunte irregolarità nella sua gestione.

Il provvedimento, disposto dalla Procura di Bari, ha riguardato in particolare i saldi attivi di due polizze vita e il saldo attivo di un conto corrente. Il sequestro è scaturito dalle attività investigative svolte dalle Fiamme Gialle nell’ambito di indagini dirette dal Sostituto Procuratore della Repubblica Isabella Ginefra, che avrebbero permesso di accertare come "l’ex amministratore della società abbia tentato, attraverso un’operazione di smobilizzo parziale, di “monetizzare” delle polizze vita, per portarne il controvalore su un conto corrente di recente accensione".

La richiesta dell’operazione di smobilizzo è stata rilevata dall’U.I.F. (Unità di Informazione Finanziaria) della Banca d’Italia, che l’ha prontamente segnalata alle Fiamme Gialle, disponendo il blocco amministrativo della stessa ai sensi della normativa antiriciclaggio. Il sequestro è stato eseguito presso le sedi milanesi di due istituti bancari.

Fiorillo è già stato coinvolto nell'inchiesta sui cosiddetti 'treni d'oro' delle Ferrovie Sud Est ed è indagato nel fascicolo sulla presunte irregolarità nella gestione della società.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovie Sud Est, sequestrati 3,8 milioni all'ex amministratore unico Fiorillo

BariToday è in caricamento