rotate-mobile
Cronaca

Inchiesta Protezione Civile Puglia, inquirenti alla caccia di documenti sull'ospedale in Fiera: perquisiti imprenditori

I controlli sono stati eseguiti dalla Guardia di Finanza su disposizione della Procura di Bari. Gli inquirenti hanno effettuato una ricerca di documentazione inerente l'appalto per la realizzazione dell'opera

Ci sono anche cinque imprenditori tra le persone perquisite dalla Guardia di Finanza, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, relative all'inchiesta sulla gestione della Protezione civile della Regione Puglia, che ha portato in carcere poco prima di Natale l'ex responsabile regionale del settore oltre che già dirigente di altri settori, Antonio Mario Lerario, accusato di corruzione. Lo riferisce l'Adn Kronos.

Gli inquirenti hanno effettuato una ricerca di documentazione inerente l'appalto per la realizzazione dell'ospedale Covid nella Fiera del Levante del capoluogo, nonché relativa agli ulteriori appalti connessi all'emergenza pandemica. I provvedimenti hanno riguardato l'imprenditore altamurano Domenico Barozzi, (indagato per i reati di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e falsità ideologica), i rappresentanti legali di alcune aziende tra cui Vito De Mitri, (non indagato), Flavio Casaluci (non indagato); Vito Vincenzo Leo (non indagato) e Alessandro Goffredo Nuzzo (non indagato), nonché l'ingegnere Filippo Carbone (non indagato).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Protezione Civile Puglia, inquirenti alla caccia di documenti sull'ospedale in Fiera: perquisiti imprenditori

BariToday è in caricamento