Cronaca

Inchiesta sui parcheggi sotterranei, scattano gli arresti: ai domiciliari i fratelli De Gennaro

Dalla prime luci dell'alba i militari della Guardia di Finanza stanno notificando le ordinanze di custodia cautelare a imprenditori, professionisti e dipendenti comunali coinvolti nell'inchiesta sulle presunte irregolarità nella costruzione dei due parcheggi di piazza Cesare Battisti e piazza Giulio Cesare

Sono scattati all'alba gli arresti disposti dalla magistratura barese nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte irregolarità nella costruzione dei due grandi parcheggi sotterranei di piazza Cesare Battisti e piazza Giulio Cesare, partite da un esposto presentato in Procura quattro anni fa.

GLI ARRESTATI - Le ordinanze di custodia cautelare notificate dalle prime luci dell'alba dai militari della Guardia di Finanza stanno riguardano in tutto sette indagati, ai quali sono stati concessi gli arresti domiciliari. Si tratta degli imprenditori Daniele e Gerardo De Gennaro, proprietari della Dec, del direttore della ripartizione urbanistica del Comune di Bari, Anna Maria Curcuruto, l'ex direttore dell'ufficio tecnico comunale Vito Nitti, e un dirigente della Regione Puglia. Arrestati anche i professionisti, ritenuti di fatto dipendenti del gruppo Degennaro, Michele Corona e Raffaele Contessa. Gerardo De Gennaro è anche consigliere regionale pugliese del Pd.

LE ACCUSE - Secondo l'accusa la società 'Dec' dei fratelli De Gennaro avrebbe goduto, nella costruzione di grandi opere edilizie, tra cui i due parcheggi,  delle coperture e della complicità offerta da dirigenti comunali. In particolare nei provvedimenti restrittivi vengono contestati i reati di corruzione, frode e numerosissimi falsi. Respinta invece dal gip Michele Parisi la richiesta di arresto per il reato, contestato dai pm Renato Nitti e Francesca Romana Pirrelli, di associazione per delinquere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sui parcheggi sotterranei, scattano gli arresti: ai domiciliari i fratelli De Gennaro

BariToday è in caricamento