Cronaca

Scontro treni, l'assessore ai Trasporti Giannini ascoltato in Procura

Al centro dell'audizione i finanziamenti e l'iter per i sistemi di sicurezza e il raddoppio dei binari sulla tratta Andria-Corato. Ieri la visita in Puglia della Commissione dl'inchiesta del Senato

E' stato ascoltato questa mattina dai magistrati di Trani che indagano sul disastro ferroviario del 12 luglio l'assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini. Tra le questioni affrontate nell'audizione quella dei finanziamenti regionali per i sistemi di sicurezza e delle procedure per il raddoppio della linea Andria-Corato di Ferrotramviaria, su cui è avvenuto l'incidente. A tal proposito, l'assessore avrebbe depositato in Procura nuovi documenti.

Al momento nell'inchiesta della Procura di Trani sono indagate sei persone: tre dipendenti di Ferrotramviaria, tra cui i due capistazione di Andria e Corato, e i vertici della società di trasporti.

Ieri, intanto, nella Prefettura di Barletta, si sono svolte le audizioni della Commissione d'inchiesta del Senato sullo scontro ferroviario La delegazione di 4 senatori, presieduta da Camilla Fabbri, ha ascoltato il prefetto della provincia Bat, Clara Minerva, il questore di Bari, Carmine Esposito e i vertici delle forze dell'Ordine. Colloquio anche per il procuratore di Trani Francesco Giannella, che coordina l'inchiesta sul disastro.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro treni, l'assessore ai Trasporti Giannini ascoltato in Procura

BariToday è in caricamento