menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inchiesta ampliamento concessione a Torre Quetta: prosciolto dalle accuse l'ex comandante dei vigili Donati

Il gip del Tribunale di Bari, Giovanni Anglana, ha prosciolto anche l'ex funzionaria del settore Sviluppo economico del Comune di Bari, Isabella Loconte, e l'imprenditore Paolo Bellino, titolare della cooperativa Splendor

E' stato prosciolto, perché il fatto non sussiste, l'ex comandante della Polizia Locale di Bari, Stefano Donati. Difeso dall'avvocato Antonio La Scala, Donati era coinvolto in qualità di ex direttore della ripartizione di Sviluppo economico del Comune di Bari, in un'indagine su un ampliamento di una concessione balneare nella spiaggia di Torre Quetta, nella zona sud del capoluogo pugliese.

Il gip del Tribunale di Bari, Giovanni Anglana, al termine dell’udienza preliminare, ha prosciolto anche l'ex funzionaria del settore Sviluppo economico del Comune di Bari, Isabella Loconte, e l'imprenditore Paolo Bellino, titolare della cooperativa Splendor che, secondo le indagini coordinate all'epoca dalla pm Simona Filoni, sarebbe stata favorita.

L'area adiacente a quella della concessione, di circa 365 mq, fu sequestrata dalla Capitaneria di Porto nell'agosto 2016 poiché sarebbe stata occupata abusivamente dalla società. In base alle ipotesi investigative, Bellino, nella stessa giornata, avrebbe depositato la richiesta di estensione, ad uffici comunali chiusi i quali, in poche ore, avrebbero rilasciato l'ampliamento della concessione. Il giudice, però, ha dato ragione alla difesa, decidendo per il proscioglimento di Donati, Loconte e Bellino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento