menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bitonto piange Paolo e Giuseppe, i due ventenni morti nello schianto sulla provinciale 231

I due ragazzi, di Palombaio, hanno perso la vita nell'incidente avvenuto all'alba a Modugno: altri due amici sono rimasti feriti

Amici da sempre, erano usciti per trascorrere la serata insieme, come spesso accadeva. Poi, sul strada del ritorno a casa, il tragico schianto che ha spezzato le loro vite. Bitonto piange Paolo e Giuseppe, i due ventenni residenti nella frazione di Palombaio morti questa mattina all'alba in un incidente sulla provinciale 231, a Modugno.

Paolo Putignano e Giuseppe Abbantuono erano in auto con altri due amici, di 21 e 24 anni, rimasti gravemente feriti, ma non in pericolo di vita. Il ragazzo alla guida  ha improvvisamente perso il controllo dell'auto, finendo prima contro un palo, poi contro la recinzione perimetrale di un'azienda. A Bitonto e a Palombaio, dove i due ragazzi vivevano, dolore e incredulità per l'accaduto.

"Quattro giovani vite bitontine sono state coinvolte in un incidente stradale sulla strada provinciale nel tratto di Modugno. Due di loro non potranno più continuare il loro percorso. Il Comune e tutti i suoi rappresentanti esprimono il loro dolore attraverso un ideale e sincero abbraccio alle famiglie colpite. Non ci sono parole adeguate, non ci sono pensieri opportuni. La Comunità di Palombaio ha visto crescere chi oggi non c'è più", scrive su Fb il primo cittadino di Bitonto, Michele Abbaticchio.

"Ancora una volta, Palombaio piange delle vittime di incidenti stradali. In particolar modo, oggi il tragico evento ha colpito due 20enni. Tutta la comunità si stringe in preghiera alle famiglie colpite dal lutto", è il messaggio di cordoglio diffuso dalla parrocchia "Maria SS. Immacolata" di Palombaio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento