menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Partipilo - Foto Fb

Giuseppe Partipilo - Foto Fb

Travolto mentre va al lavoro in bici, il dolore per Giuseppe: "Non si può morire così"

L'incidente questa mattina su viale Trisorio Liuzzi. A perdere la vita il 31enne Giuseppe Partipilo, di Ceglie: sui social il cordoglio della comunità

Stava percorrendo in bici via Trisorio Liuzzi, all'alba, per recarsi al lavoro. La vita di Giuseppe si è fermata lì. Spezzata da un tragico incidente stradale. Giuseppe Partipilo aveva 31 anni, e a Ceglie lavorava in un negozio di frutta e verdura. Anche per questo in molti, nell'ex frazione, lo conoscevano, e la notizia della sua morte ha lasciato senza parole l'intera comunità.

Sul gruppo Facebook 'Ceglie del Campo nel cuore', 'piazza' virtuale dei residenti del quartiere, tantissimi i messaggi di incredulità e di cordoglio: "Che tragico destino", "Non si può morire in questo modo, non è possibile. Non si può morire a 31 anni", scrive qualcuno. "Un gran bravo ragazzo, non posso crederci", commenta ancora chi lo conosceva, "Un bravissimo ragazzo, lavoratore ed educato, non si può morire così".

Giuseppe, sposato, lascia la moglie e un bimbo di cinque anni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento