Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

E' quanto emerge dal focus effettuato dall'Istat sul fenomeno nella provincia di Bari e in Puglia. Il capoluogo regionale è assieme a Brindisi quello che fa registrare un aumento del tasso di mortalità

Foto di repertorio

Meno incidenti ma più morti sulle strade baresi con 58 vittime nel 2018 a fronte delle 34 del 2017: è quanto emerge dal focus effettuato dall'Istat sul fenomeno nella provincia di Bari e in Puglia. Il capoluogo regionale è assieme a Brindisi quello che fa registrare un aumento del tasso di mortalità.

Le strade più a rischio nel Barese

Tra le strade più a rischio troviamo la Statale 16, la Statale 100 ma anche la Ss 7 Appia e la Ss 172 dei Trulli.  Ben il 69,3% degli incidenti nella regione è avvenuto sulle strade urbane, provocando 53 vittime e 10578 feriti. Gli schianti più gravi, però, si verificano sulle strade extraurbane e sulle autostrade, con rispettivamente 5,1 e 1,4 decessi ogni 100 incidenti. La concentrazione degli incidenti è risultata più elevata in primavera ed estate, quando ci si muove di più con l'auto per andare in vacanza o fuori porta. I giorni più a rischio sono il venerdì e il sabato, in particolare nelle ore serali dove si concentrano il 41,8% degli incidenti notturni, il 47,8% delle vittime e il 44,5% dei feriti.

Più decessi tra i giovani e giovanissimi

Per quanto riguarda la tipologia di incidente più diffusa, al primo posto c'è lo scontro frontale-laterale (3.877 casi, 54 vittime e 6.918 feriti), seguito dal tamponamento (1.659 casi, 25 decessi e 3.205 persone ferite). Tra le cause più diffuse, il mancato rispetto delle regole di precedenza, la velocità troppo elevata e la guida distratta per le strade urbane, queste ultime due motivazioni valide anche per le extraurbane. Il tasso di mortalità più alto è per la classe di età 15-29 anni, con 7 decessi per 100mila abitanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento