Incidenti stradali

Travolse un ragazzo con la sua auto e scappò, la Procura chiude le indagini

Nei prossimi giorni il pm chiederà il processo per un 46enne barese, accusato di essere il pirata della strada che la sera del 6 giugno 2010 investì il 26enne Paolo Venezia in via Camillo Rosalba, abbandonando sull'asfalto il giovane che poi subì l'amputazione di una gamba

Gli avvisi di conclusione delle indagini sono stati notificati oggi, e nei prossimi giorni il pm titolare del fascicolo, Patrizia Rautiis, provvederà a chiedere il rinvio a giudizio per il 46enne barese Emanuele Barbone.

L'uomo è accusato di essere il pirata della strada che la sera del 6 giugno 2010 travolse con la sua auto il 26enne Paolo Venezia, fuggendo e abbandonando il giovane sull'asfalto. In seguito all'incidente, la vittima, che viaggiava a bordo del suo motorino, subì l'amputazione della gamba.

Per mesi le indagini della Procura sembrarono non portare a nulla fino al ritrovamento dell'auto da parte degli uomini della sezione di polizia giudiziaria della Polizia stradale. In questi anni la procura ha disposto consulenze per accertare la compatibilità delle lesioni con l'auto e per ricostruire le modalità dell'incidente. Oggi la Procura ha chiuso le indagini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolse un ragazzo con la sua auto e scappò, la Procura chiude le indagini

BariToday è in caricamento