rotate-mobile
Incidenti stradali

Tre suore dell'Istituto Smaldone morte nell'incidente in autostrada, il cordoglio del sindaco di Bari: "Donne straordinarie"

Le parole di Antonio Decaro: "Alla madre superiora, alle consorelle, ai minori che frequentano il centro e all’intera Curia barese giunga l’abbraccio più affettuoso della città di Bari”

Il sindaco Antonio Decaro ha espresso il cordoglio della città di Bari per la scomparsa delle Suore salesiane dei Sacri Cuori Verene Nyiranduhuye, Candida Lubello e Mara Leone a seguito del grave incidente verificatosi nella giornata di ieri sull’A16.  Lo schianto, che ha coinvolto il minibus sul quale viaggiavano le religiose di rientro dal Lazio, ha visto il ferimento di altre 8 suore. Non c'è stato nulla da fare, invece, per tre di loro, residenti a Bari.

“I bambini, gli adolescenti e i giovani dell’istituto Filippo Smaldone di Bari vecchia da oggi restano orfani della guida e dell’affetto di tre donne straordinarie - spiega Decaro -, che hanno consacrato la propria vita all’amore di Dio e alla cura del prossimo, in particolare dei più giovani. Conosco da sempre il valore del lavoro straordinario che quotidianamente la comunità dell’istituto profonde in favore dei minori della città vecchia, che qui trovano attenzione, cura e competenze fondamentali per contrastare la dispersione scolastica e la povertà educativa. Alla madre superiora, alle consorelle, ai minori che frequentano il centro e all’intera Curia barese giunga l’abbraccio più affettuoso della città di Bari”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre suore dell'Istituto Smaldone morte nell'incidente in autostrada, il cordoglio del sindaco di Bari: "Donne straordinarie"

BariToday è in caricamento