Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Ruvo di Puglia

La vita spezzata di Antonio, 15 anni: "Giocava a calcio e amava la musica"

Antonio Summo, di Ruvo, era in treno di ritorno da scuola, dove era andato per recuperare dei debiti formativi. Giocava nella sezione giovanissimi del Real Football Terlizzi

"Era un ragazzo sorridente, educato. Amava tanto divertirsi. Abbiamo perso un bravissimo ragazzo". Antonio Summo, 15 anni, di Ruvo, è una delle giovanissime vittime del disastro ferroviario di Andria. Aveva la passione per la musica, Antonio, e giocava a calcio nel Real Football Terlizzi. A ricordarlo è proprio il padre di un suo compagno di squadra, che questa mattina si è recato all'istituto di Medicina legale del Policlinico, dove sono in corso le operazioni di riconoscimento delle vittime, portando dei fiori, un bigliettino e una maglia del ragazzo, che giocava nella sezione giovanissimi. La notizia della tragedia e della morte di Antonio, dice, la hanno preso da Internet.

Antonio aveva preso il treno per tornare a casa da scuola, dove stava recuperando alcuni debiti formativi. La lezione sarebbe finita prima, e lui per tornare a casa avrebbe preso proprio il convoglio poi rimasto coinvolto nello scontro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vita spezzata di Antonio, 15 anni: "Giocava a calcio e amava la musica"

BariToday è in caricamento