Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Incinta e malata di tumore, giovedì la decisione sull'intervento per salvare Angela

L'assessore al Welfare Elena Gentile ha convocato un comitato di esperti che dovranno esprimersi sull'autorizzazione per l'intervento con il 'Cuber Knife' che potrebbe salvare la vita della donna senza danni per la bimba che porta in grembo

Potrebbe arrivare giovedì prossimo la decisione della Regione sull'intervento per salvare Angela, la 26enne di Salerno affetta da un tumore al cervello e incinta alla ventesima settimana, che da qualche giorno si trova ricoverata nella clinica "La Madonnina" di Bari. L'assessore al Welfare Elena Gentile ha infatti convocato per dopodomani il comitato di esperti che dovrà esprimersi sulla possibilità di autorizzare, in via del tutto straordinaria, l'uso dell'apparecchio che potrebbe salvare la vita ad Angela, senza compromettere la salute della bimba che porta in grembo.

Nei giorni scorsi, infatti, la giovane donna ha lanciato un appello, dicendosi pronta a morire pur di dare alla luce la sua bambina. Angela, infatti, rifiuta la radioterapia - unica possibile cura per il suo tumore definito "inoperabile" - perchè potrebbe danneggiare il feto. Per lei l'unica speranza di sopravvivenza è rappresentata da un intervento con il "cyber knife", una complessa attrezzattura posseduta dalla clinica Mater Dei di Bari, che permetterebbe di colpire il tumore in maniera estremamente precisa, senza conseguenze per il feto.

L'uso di quell'apparecchio, tuttavia, non è mai stato autorizzato prima d'ora dalla Regione, che si è detta però disposta a valutare in via del tutto straordinaria il via libera all'operazione, proprio per cercare di salvare la vita di Angela e della sua bambina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incinta e malata di tumore, giovedì la decisione sull'intervento per salvare Angela

BariToday è in caricamento