Cronaca Madonnella / Piazza Nicola Balenzano

Coperte, pasti caldi e compagnia per i senza tetto: in piazza Balenzano le notti di Buran non fanno paura

Circa 100 persone sono state assistite ieri nel punto solidale dove erano presenti, tra gli altri, i volontari di In.Con.Tra e della Comunità di Sant'Egidio: "Tanti baresi hanno donato coperte e abiti"

Il freddo glaciale che ha avvolto Bari in queste giornate di fine febbraio è un problema in più per i tanti senza tetto della città: l'arrivo del Buran e il crollo delle temperature sotto zero ha rafforzato la rete di protezione delle associazioni cittadine che si sono attivate per raccolte straordinarie di coperte. Tra loro la Caritas, la Comunità di Sant'Egidio e In.con.tra, quest'ultima attiva nel presidio di piazza Balenzano a Madonnella. Lì, ieri sera, circa 50 cittadini hanno portato vestiti, guanti, cappelli e capi pesanti, distribuiti a coloro che ne hanno fatto richiesta. Circa 100, i senza tetto che si sono recati nell'area solidale, dove hanno potuto trovare ristoro in un gazebo fornito di funghi caloriferi e trovare un po' di cibo grazie alle associazioni che si alternano quasi giornalmente per fornire pasti caldi.

"Punto raccolta di piazza Balenzano, bilancio positivo"

Ieri, ad esempio, con In.con.tra, vi erano i volontari della Comunità di Sant'Egidio, i quali avevano lanciato, anche loro, un appello per raccogliere coperte: "E' importante - spiega Gianni Macina, presidente di In.con.tra - che la popolazione non resti indifferente. Tutti possono essere volontari nell'emergenza. Siamo riusciti a fronteggiarla grazie all'aiuto di tanti". Il punto-raccolta di piazza Balenzano, aperto la scorsa estate, ha migliorato notevolmente l'organizzazione e l'assistenza ai senza tetto: "Avevamo la necessità di un'area che non fosse totalmente al chiuso ma neppure del tutto all'aperto. Qui possiamo conservare i vestiti e allo stesso tempo chi ha bisogno può sedersi sulle panchine, ricevendo aiuto e pasti caldi in tutta tranquillità. Non è un centro sterile ma fatto di persone e vita, dove si può anche socializzare con tranquillità. Il bilancio di questa esperienza è totalmente positivo". I senza tetto, quando il punto chiude, possono tornare nei dormitori, utilizzando il servizio di bus navetta che ferma in piazza Luigi di Savoia.

Presidio aperto dalle 15.30

In queste giornate, poi, la macchina della solidarietà coinvolge anche semplici cittadini: "Ci contattano sempre di più dice Macina -. Ad esempio, ieri ci hanno informato di un senza tetto che, nel corso della nevicata, era entrato per cercare riparo nella posta di via Marchese di Montrone. Una situazione gestita anche grazie all'aiuto della Polizia locale e all'attivazione del Pronto Intervento Sociale. Anche il vicinato di piazza Balenzano ci sta aiutando sempre di più, in particolare residenti e commercianti. Qui, chi vuole, può venire a dare una mano". A tal proposito, la raccolta di coperte e generi di vestiario continua: il presidio sarà aperto oggi dalle 15.30 fino alle 22, per fornire un aiuto concreto in queste giornate rigide, decisamente più problematiche per chi non ha un tetto sotto il quale poter vivere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coperte, pasti caldi e compagnia per i senza tetto: in piazza Balenzano le notti di Buran non fanno paura

BariToday è in caricamento