Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Fobia coronavirus a Bari, calo delle vendite in negozi e ristoranti cinesi: "Niente panico"

L'incontro è avvenuto a Palazzo di Città, insieme al presidente e al portavoce della Comunità cinese a Bari e a diversi imprenditori

Un incontro istituzionale per dimostrare la vicinanza della città di Bari alla comunità cinese, nel momento in cui il picco di fobia di coronavirus sta provocando decine di episodi razzisti nei loro confronti in tutta Italia. Ha voluto dare un segnale forte il sindaco di Bari, Antonio Decaro, incontrando - insieme al vicesindaco Eugenio Di Sciascio e alle assessore Carla Palone e Ines Pierucci - il presidente e il portavoce dell’associazione Cinese di Bari, Pan Jinbang e Shen Peng, il titolare di un ristorante Xuan Shenxian, gli studenti Yang Xizi e Ge Yi, il titolare di un negozio di prodotti per la casa Chen Yong e il sindacalista Chen Jinzhang.

Non mancano, naturalmente, le preoccupazioni: tra quelle espresse durante l'incontro, ci sono il sensibile calo degli affari registrato nelle ultime settimane, in particolare per quanto riguarda le attività di ristorazione, e la preoccupante diffidenza manifestata nei loro confronti. “Oggi abbiamo voluto incontrare alcuni rappresentanti della comunità cinese che vive e lavora a Bari per dimostrare che la paura e la discriminazione non devono mai essere la risposta alle questioni che siamo chiamati ad affrontare - ha commentato Antonio Decaro -. Purtroppo nelle ultime settimane, l'allarmismo mediatico rispetto alla diffusione del coronavirus ha raggiunto anche le famiglie di origini cinesi che vivono a Bari ormai da diversi anni. Famiglie che da tempo non hanno contatti con la Cina e che invece vivono e lavorano a Bari, i cui figli frequentano le nostre scuole. Spero che l'incontro di oggi possa servire a spiegare ancora una volta che non c'è pericolo di contagio entrando nei negozi e trattando persone che abbiamo frequentato fino a qualche giorno fa. Persone che sono, nei fatti e nella sostanza, baresi. Oggi abbiamo rinnovato ancora una volta quel sentimento di unione e cooperazione che da sempre lega le nostre comunità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fobia coronavirus a Bari, calo delle vendite in negozi e ristoranti cinesi: "Niente panico"

BariToday è in caricamento