Cronaca

Variante SS16, il sindaco di Noicattaro incontra Toninelli: "Il progetto attuale avrà un forte costo per l'ambiente"

Ieri Raimondo Innamorato ha chiesto al ministro delle Infrastrutture e Trasporti una modifica degli interventi: "La bretella dividerebbe il territorio nojano" spiega su Facebook

Un progetto da modificare, perché se fosse portato a termine avrebbe un forte "impatto ambientale in termine di consumo di suolo e di espropri" per il territorio di Noicattaro. A ricordarlo con un post su Facebook è il primo cittadino del comune nel Barese, che ieri ha incontrato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, durante la sua visita in Puglia.

55957809_2311180155785178_3107914051364061184_o-2

Incontro utile per chiedere una variazione della variante della Strada Statale 16, proposta da Anas e Regione Puglia, per risolvere la congestione viaria nel tratto che intercorre tra i quartieri baresi di Torre a Mare, Sant'Anna e Japigia. La realizzazione della bretella a sei corsie di marcia avrebbe però, a detta del sindaco nojano, un costo importante anche per i vigneti nelle campagne del comune, perché "determinerebbe la divisione netta del territorio nojano  passante per le due lame (Giotta e San Giorgio) e per la provinciale Torre a Mare – Noicàttaro (nei pressi di Parco Evoli e Parchitello Alta)" scrive su Facebook. Al ministro Toninelli ha così esposto le sue preoccupazioni, chiedendo invece un ampliamento e una messa in sicurezza dell'attuale sede stradale in zona Torre a Mare.

"Il ministro, dopo aver ascoltato le perplessità sollevate dal sottoscritto e dai Consiglieri Regionali del Movimento 5 Stelle Puglia, ha accolto la nostra proposta di riesaminare il tracciato che ANAS intende realizzare" conclude il primo cittadino nojano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante SS16, il sindaco di Noicattaro incontra Toninelli: "Il progetto attuale avrà un forte costo per l'ambiente"

BariToday è in caricamento