menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Procura indaga sulla gestione della seconda ondata Covid in Puglia: focus sulle assunzioni

Al momento è stato aperto un fascicolo conoscitivo, senza indagati né ipotesi di reato. Intanto i posti letto nelle terapie intensive sono occupati al 44%

La Procura di Bari indaga sulla gestione della seconda ondata Covid da parte della Regione Puglia. Al momento è stato aperto un fascicolo conoscitivo, senza indagati né ipotesi di reato. Si tratta quindi solo di accertamenti, che sarebbero concentrati in particolare sull'assunzione del personale sanitario, e su cui si mantiene il massimo riserbo da parte degli inquirenti. Il fascicolo è coordinato dal procuratore facente funzione Roberto Rossi.

Terapie intensive occupate al 44%

Intanto torna a salire il tasso di occupazione dei posti letto Covid in Terapia intensiva negli ospedali pugliesi: il 44% è attualmente occupato, come emerge dal rapporto dell'Agenas, l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. La percentuale si attesta un punto sopra la media nazionale, che il 28 novembre è al momento quindi al 43%. Per quanto riguarda, invece, i posti letto Covid di "area non critica", come malattie infettive e pneumologia, il tasso di occupazione è pari al 50%, in linea con la media nazionale ma in aumento rispetto a sette giorni fa, quando era fermo al 44%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento