Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca San Paolo

Attesa troppo lunga al Pronto soccorso, infermiere aggredito e picchiato al San Paolo

E' stato preso a calci e pugni da due uomini che lo accusavano di aver soccorso troppo lentamente la donna che avevano accompagnato in ospedale per un mal di testa

Aggredito a calci e pugni perchè accusato di essere "troppo lento" nei soccorsi. Vittima dell'episodio, avvenuto nel primo pomeriggio all'ospedale San Paolo, un infermiere in servizio al Pronto soccorso.Il dipendente è stato picchiato da due uomini, i quali avevano accompagnato in ospedale una donna che lamentava un forte mal di testa. Ma l'attesa per i soccorsi - la paziente era giunta al presidio in codice giallo - sono sembrati eccessivi ai due uomini che se la sono presa con l'infermiere.

Secondo le testimonianze raccolte, gli aggressori hanno continuato a picchiare l'infermiere anche quando questi si trovava ormai sul pavimento. L'aggredito ha riportato un trauma cranico, contusioni a un occhio e al costato ed è stato sottoposto a Tac per escludere lesioni importanti.

Il primario del pronto soccorso ha provveduto a denunciare il fatto al posto di polizia dell'ospedale. Proprio ieri sera, sempre al San Paolo, c'erano stati due episodi di aggressioni verbali.

I medici del Pronto soccorso hanno espresso solidarietà al dipendente aggredito, evidenziando l'impegno e la dedizione del personale infermieristico del reparto: "Da una media di 139 soccorsi giornalieri al pronto soccorso dell'ospedale San Paolo - sottolineano - gli interventi sono cresciuti di 20 unità in questo ultimo periodo, attestandosi attorno ai 159 casi giornalieri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attesa troppo lunga al Pronto soccorso, infermiere aggredito e picchiato al San Paolo

BariToday è in caricamento