Cronaca

Policlinico, aggressione al pronto soccorso: infermiere preso a pugni da un paziente

Lesioni al volto e quattro denti rotti per il malcapitato. Identificato e denunciato l'aggressore, un pregiudicato di 30 anni

Preso a pugni da un paziente che si rifiutava di attendere il proprio turno al pronto soccorso. E' accaduto questa mattina intorno alle 11.30 al Policlinico. Vittima un infermiere, che in seguito all'aggressione ha riportato la lussazione della mandibola e la rottura di quattro incisivi. Subito identificato e denunciato il responsabile, un pregiudicato di 30 anni, Antonio Lovreglio.

L'EPISODIO - Secondo quanto ricostruito dal personale medico, il paziente, subito dopo il triage, era stato trasferito in uno degli ambulatori del pronto soccorso. A causa del sopraggiungere di una donna con una frattura del femore, l'uomo è stato trasferito in un ambulatorio attiguo. Ma il cambio di 'destinazione' e l'ulteriore attesa hanno fatto scattare la reazione violenta dell'uomo, che ha inseguito e poi aggredito l'infermiere, colpendolo ripetutamente al volto.

ALLARME SICUREZZA - L'episodio non fa che rafforzare e alimentare il dibattito sulle condizioni di rischio in cui sono costretti a lavorare gli operatori dei presidi sanitari, esploso dopo l'omicidio della psichiatra Paola Labriola, avvenuto due giorni fa nel centro di salute mentale del quartiere Libertà. Ieri la regione ha annunciato che presto nei presidi sanitari verranno inviate guardie non armate per la sorveglianza e che le guardie mediche saranno trasferite negli ospedali per garantire una maggiore sicurezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico, aggressione al pronto soccorso: infermiere preso a pugni da un paziente

BariToday è in caricamento