Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Avvio dell'anno scolastico, nel Barese si pensa a orari differiti per l'ingresso nelle scuole: riunione in Prefettura

Nell'incontro odierno l'ipotesi avanzata è quella di scaglionare l'accesso e l'uscita ogni 90-100 minuti per il 25-30% degli studenti della provincia. Una strategia legata anche al nodo dei trasporti

Orari di ingresso e uscita differiti di 90-100 minuti per il 25-30% per cento degli studenti. È l'ipotesi a cui lavora la Prefettura di Bari in vista dell'avvio dell'anno scolastico. Oggi c'è stata una riunione, convocata dalla prefetta Antonia Bellomo, alla quale hanno partecipato gli assessori regionali ai Trasporti e all'Istruzione Anita Maurodinoia e Sebastiano Leo, la Città metropolitana e il Comune di Bari, l'Ufficio scolastico provinciale e le società dei trasporti ferroviari e su gomma.

L'idea di utilizzare orari differiti è legato anche al nodo dei trasporti, la cui capienza per le norme Covid tuttora vigenti è limitata all'80%. Con la riapertura delle scuole in presenza per il 100% degli alunni, si pone quindi ancora una volta il problema dei pendolari. Al tavolo si sono confrontate due diverse posizioni: quella del sistema dei trasporti che ha dato la propria disponibilità, per quanto riguarda i bus, ad aumentare le corse; dall'altro quella delle scuole, che hanno evidenziato la difficoltà ad organizzare il differimento degli orari, pur non chiudendo la porta a questa possibilità. L'ufficio scolastico è stato incaricato di fornire i dati sugli studenti pendolari con le relative tratte di partenze e destinazioni e il tavolo tornerà a riunirsi nei prossimi giorni per tirare le somme di questo confronto e stabilire le regole per la riapertura in sicurezza delle scuole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvio dell'anno scolastico, nel Barese si pensa a orari differiti per l'ingresso nelle scuole: riunione in Prefettura

BariToday è in caricamento