Cronaca

Insufficienza renale nei diabetici, da una ricerca Uniba nuovi spiragli per una possibile cura

Studiosi baresi di Nefrologia e Endrocrinologia hanno individuato un nuovo meccanismo patogenico responsabile del danno renale: una scoperta che potrebbe rivelarsi utile per nuovi possibili approcci terapeutici nella cura della nefropatia diabetica

Ci sono anche ricercatori delle sezioni di Nefrologia ed Endocrinologia dell'Università di Bari tra gli autori di un importante studio che verrà pubblicato a gennaio sulla rivista scientifica 'FASEB Journal'. 

La ricerca è stata coordinata dal Prof. Loreto Gesualdo e dalla Dott.ssa Paola Pontrelli (Dip. dell’Emergenza e dei trapianti di Organi-DETO) ed è stata avviata circa tre anni fa, con la partecipazione di dottori di ricerca, dottorandi e assegnisti dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

In particolare, la ricerca condotta dal team barese riguarda la scoperta di un nuovo meccanismo patogenico responsabile dell’insufficienza renale cronica nei pazienti affetti da diabete. "In base agli studi dei ricercatori dell'Ateneo barese - spiega una nota dell'Uniba - le cellule del tubulo renale nei pazienti diabetici andrebbero incontro all’accumulo di proteine modificate, nello specifico ubiquitinate a livello dell’aminoacido lisina63. L’accumulo di queste proteine modificate, sarebbe responsabile di una disorganizzazione del citoscheletro cellulare e dunque, in ultima analisi, della trasformazione fibrosa del tessuto  renale, riducendo così la funzionalità del rene. L’utilizzo di inibitori specifici di questo processo, testati sulle cellule renali in coltura, ha dimostrato di ridurre le quantità di fibrosi, aprendo così lo scenario a nuovi possibili approcci terapeutici nella cura della nefropatia diabetica".

Il diabete mellito è una malattia cronica largamente diffusa e caratterizzata da gravi complicanze. Circa il 30-40% dei pazienti diabetici sviluppa una nefropatia diabetica che è oggi la principale causa di insufficienza renale cronica nel mondo occidentale. Se non correttamente trattata o non diagnosticata, la nefropatia diabetica può portare a trattamento sostitutivo (dialisi o, trapianto di rene).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insufficienza renale nei diabetici, da una ricerca Uniba nuovi spiragli per una possibile cura

BariToday è in caricamento