menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Insulti sessisti a consigliera comunale Melini, al via il processo per l'ex collega pentastellato Colella

L'esponente del M5S è ritenuto l'autore degli insulti apparsi su una scheda di voto durante uno scrutinio segreto, nel corso della riunione del 14 settembre 2017

Ha preso il via questa mattina, con la costituzione di parte civile dell'ex consigliera comunale di Bari Irma Melini, il processo che vede imputato Francesco Colella, fino a pochi mesi fa consigliere comunale barese del M5S, ritenuto l'autore degli insulti nei riguardi della collega, apparsi su una scheda di voto durante uno scrutinio segreto, nel corso della riunione del 14 settembre 2017. Il procedimento, che si celebra dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Bari, Antonietta Guerra, vede Colella imputato per diffamazione aggravata. 

La prossima udienza si svolgerà il 7 gennaio 2020: nell'occasione saranno citati come tetimoni tutti i 21 consiglieri comunali che erano quel giorno in aula, compresa la parte civile. I 21 consiglieri sono stati sottoposti, nel corso delle indagini, a un 'saggio grafico'  negli uffici della Procura. La consulenza disposta dagli inquirenti aveva stabilito che la scritta sulla scheda fosse riconducibile a Colella. Di parere contrario, invece, quella di parte effettuata dalla difesa. L'avvocato difensore di Colella, Gianfranco Schifone ha chiesto che venga disposta una perizia calligrafica: il giudice si è riservato di decidere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento