Cronaca

Interdittiva antimafia per l'ex concessionario di Torre Quetta: il Comune rimuove pedane e chioschi

Il Consiglio di Stato, nei mesi scorsi, ha confermato la misura e la revoca della concessione, mentre sulla questione si attende il Tar Puglia. Dopo ripetuti inviti alla società a rimuovere i manufatti, l'amministrazione sta procedendo con una procedura "in danno"

Via pedane, piscina e chioschi. Il Comune di Bari sta provvedendo alla rimozione dei manufatti posizionati a Torre Quetta dall'ex concessionario della spiaggia cittadina, nei mesi scorsi destinatario di una interdittiva antimafia da parte della Prefettura. La questione, come ricorda l'Ansa che riporta la notizia, è stata conclusa in fase cautelare dinanzi al Consiglio di Stato con la conferma della misura interdittiva e la revoca della concessione, ma è tuttora pendente nel merito dinanzi al Tar Puglia.

L'amministrazione, dopo ripetuti inviti rivolti alla società (e rimasti senza esito) per la rimozione dei manufatti, dallo scorso 30 novembre sta provvedendo direttamente con una procedura "in danno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interdittiva antimafia per l'ex concessionario di Torre Quetta: il Comune rimuove pedane e chioschi

BariToday è in caricamento