Cronaca

Elettrodomestici e impianti 'intelligenti'? "Il futuro è l'Internet delle cose"

Anche in Puglia prende piede un settore potenzialmente rivoluzionario: la storia di TechnoSec, impresa barese tra i partecipanti della European Maker Week, in programma fino a domenica nella sala Murat

Frigoriferi comunicanti col padrone di casa, termostati regolabili attraverso un messaggio mentre ci troviamo in spiaggia o al supermercato, lampade intelligenti capaci di accendersi e spegnersi in base alle nostre abitudini: sono solo alcune delle applicazioni possibili grazie all'Internet delle Cose, frontiera tecnologica avanzata su cui giovani imprenditori e creativi stanno dirottando energie e passione negli ultimi anni. un mondo tutto da scoprire con potenziali effetti rivoluzionari sulla vita di tutti i giorni. In Italia, come spesso capita, ci arriviamo un po' più tardi ma c'è chi sta recuperando il tempo perduto, anche qui a Bari: è il caso di TechnoSec, impresa fondata da un fratello e una sorella, Marco e Maria Grazia Pennelli, tra i punti di riferimento del settore nella nostra regione e invitata a partecipare alla European Maker Week, prestigiosa e interessante vetrina per startupper in programma da ieri al 5 nell sala Murat di piazza del Ferrarese.

La scelta di TechnoSec è ben precisa: "Operiamo dal 2013 - spiega Marco Pennelli - e abbiamo deciso di puntare su una piattaforma al servizio di sviluppatori e sistemisti per produrre dispositivi dedicati alle aziende, come ad esempio sensori per elettrodomestici o macchine di stabilimenti, offrendo anche soluzioni su misura e custom. Qualsiasi oggetto può trasformarsi da fisico a digitale e questo porta a poterlo analizzare nel dettaglio".

I settori in cui l'innovazione potrà essere applicata sono molteplici: "In ambito domestico - prosegue Marco Pennelli - è possibile avviare una domotica evoluta attraverso internet, ovvero la gestione degli elettrodomestici con uno smartphone o un tablet. Sul fronte industriale, invece, si potrà effettuare una manutenzione costante delle linee di una fabbrica oppure assistere i comparti Ricerca e Sviluppo di aziende che, ad esempio, vogliono trasformare il proprio prodotto in smart. Basterebbe pensare alle implicazioni nel settore della produzione di lampadine: con una app si potranno conoscere in tempo reale i consumi reali".

Un cambiamento epocale in cui l'Italia non è al centro del mondo: "E' un settore nuovo - aggiunge Pennelli - e il contesto internazionale è molto dinamico rispetto al nostro. Siamo stati di recente a Londra per una fiera del settore e l'anno prossimo contiamo di partecipare. Bisogna seguire costantemente queste innovazioni altrimenti si resterà indietro. Un evento come la European Maker Week, qui a Bari, è utile per creare sinergie tra le startup locali attraverso lo scambio di informazioni e conoscenza".

L'obiettivo è adattarsi a un mondo in costante cambiamento: "La globalizzazione - sostiene Pennelli - ha rivoluzionato le regole del gioco. Basta distrarsi un attimo e da un angolo sperduto del pianeta ti propongono le stesse teconologie, magari un po' più evolute e aun prezzo migliore. Le nostre imprese devono capirlo. Spesso da noi si fa fatica a collaborare e c'è la tendenza a rischiare poco. La generazione più giovane di imprenditori, invece, sta cambiando mentalità: è indispensabile non perdere le opportunità offerte dalla tecnologia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elettrodomestici e impianti 'intelligenti'? "Il futuro è l'Internet delle cose"

BariToday è in caricamento