Cronaca Libertà

Le periferie baresi 'rinascono' grazie al bando da 15 milioni: interventi nel rione Libertà e al San Paolo

Grazie al bando "Periferie aperte" saranno finanziati diversi lavori, tra cui il parco urbano dell'ex gasometro e il rifacimento delle aree pedonali in viale delle Regioni

Le periferie baresi si preparano ad essere rinnovate grazie al bando "Periferie aperte", al quale il Comune ha candidato quattro progetti che si snodano nelle principali vie del rione Libertà e del quartiere San Paolo. I lavori sono stati approvati dalla Giunta su proposta dell'assessore alle Opere pubbliche Giuseppe Galasso, intervenuto a margine dell’incontro con i rappresentanti della Presidenza del Consiglio dei Ministri, tenutosi questa mattina presso la Città metropolitana.

GLI INTERVENTI AL SAN PAOLO - Il primo progetto ha come obiettivo migliorare la viabilità tra le strade che congiungono il San Paolo all'aeroporto e quelle all'interno delle aree residenziali con un costo di 7,2 milioni di euro. Nello specifico sarà realizzata una rotatoria tra viale Europa e viale delle Regioni, una più efficace connessione tra le fermate della metropolitana leggera di superficie e il territorio, sarà creata una rete di piste ciclabili di collegamento fra i servizi esistenti, verranno messi in sicurezza i marciapiedi e le aree prospicienti le scuole con l’ampliamento di queste ultime. I lavori comprendono poi il miglioramento dell’accessibilità attraverso nuovi percorsi pedonali, l’implementazione dei parchi esistenti attraverso la realizzazione di nuovi spazi pedonali attrezzati di dimensioni e funzioni diverse e l’implementazione della permeabilità anche con l’introduzione di nuovi alberi.

I LAVORI AL LIBERTA' - Si concentrano invece sul quartiere Libertà gli altri tre progetti presentati. Il primo, dall’importo complessivo di 3,5 milioni di euro, è rivolto ai pedoni: saranno creati marciapiedi più larghi, con nuovi attraversamenti pedonali che privilegiano la sicurezza dei passanti rispetto alla semplice percorribilità carrabile. Saranno resi così più agevoli i collegamenti tra gli spazi di interesse pubblico nel rione, come l'ex Manifattura dei Tabacchi, il job center Porta Futuro, piazza Disfida di Barletta, piazza de Nicola, la ex scuola Melo, Officina degli Esordi, piazza Redentore e il parco dell’ex Gasometro, tutti connessi fra loro grazie all’itinerario costituito da via Ettore Fieramosca e corso Mazzini.
 
In corso Mazzini sarà anche realizzato il parco dell'ex gasometro, che si estenderà su un’area complessiva di circa 15mila metri quadrati, di cui oltre 7mila destinati a verde con la piantumazione di 80 nuovi alberi ad alto fusto, oltre ad arbusti e prato. L’importo dei lavori ammonta a 2 milioni di euro e prevede la sistemazione a verde degli spazi interni, la realizzazione di una pista ciclabile e di percorsi pedonali, un’area ludica e sportiva attrezzata, una zona per lo sgambamento dei cani, un’area relax con sedute ergonomiche, uno spazio per il ristoro ed uno per l’intrattenimento e la socializzazione. L’area ludica dedicata a bambini dai 3 ai 12 anni avrà un’estensione di circa 400 metri quadrati e sarà separata da un’altra dedicata ai ragazzi più grandi (12-30 anni), estesa per circa 120 metri quadrati, in cui saranno installate le attrezzature per Parkour. La zona sportiva sarà completata con il montaggio di attrezzature per il fitness su un’ulteriore superficie di circa 160 metri quadrati.

L'ultimo progetto si concentrerà su via Dante, dove saranno riqualificati 10 isolati - nel tratto compreso tra via Quintino Sella e via Brigata Regina -, per un importo complessivo di 1,1 milioni di euro. I lavori prevedono la modifica strada: saranno allargati i marciapiedi e ridotta la superfice di viabilità veicolare, che sarà comunque percorribile su un senso di marcia, con la possibilità di parcheggiare su entrambi i lati.

GLI ALTRI PROGETTI - IL bando "Periferie aperte" prevede poi altri due interventi, che saranno però presentati dal Comune di Bari in collaborazione con gli altri Comuni dell'area metropolitana: si tratta della riqualificazione di piazza Redentore (per un importo di 1,2 milioni di euro) e di piazza Disfida di Barletta (650mila euro).
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le periferie baresi 'rinascono' grazie al bando da 15 milioni: interventi nel rione Libertà e al San Paolo

BariToday è in caricamento