menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Giunta territoriale riunitasi ieri nella parrocchia di Santa Rita

La Giunta territoriale riunitasi ieri nella parrocchia di Santa Rita

Nuovo look per Santa Rita: interventi su strade, case popolari e nella Cava di Maso

I prossimi lavori previsti nell'area sono stati presentati ieri pomeriggio durante la Giunta territoriale, a cui ha partecipato anche il sindaco Decaro

Un nuovo giardino, interventi su strade e marciapiedi, ma anche spazi per gli anziani e restyling delle case popolari. Il quartiere di Santa Rita si prepara ad una rinascita nei prossimi mesi grazie ai lavori che interesseranno l'area - alcuni già partiti, in realtà -, presentati durante la Giunta territoriale riunitasi ieri pomeriggio all'esterno della parrocchia Santa Rita. 

Ripristino di asfalto e marciapiedi

All'incontro erano presenti il sindaco di Bari Antonio Decaro e diversi componenti della giunta, tra cui l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, che è entrato nel dettaglio degli interventi previsti per il restyling del quartiere. Sono già iniziati quelli di asfaltatura delle strade e di ripristino dei marciapiedi, per cui il Comune ha destinato un milione di euro dei cinque messi sul piatto per gli altri quartieri. 

I lavori, che termineranno a marzo del prossimo anno, interesseranno via dello Scoglio e via del Monastero per quanto riguarda l'asfaltatura, mentre i marciapiedi saranno ripristinati in via Cascia, via Roccaporena, via De Curtis, strada Lama del Duca, via Rocco Di Cillo e via del Monastero. "Quest'area - ha spiegato Galasso - sarà interessata entro la primavera del 2018 anche dai lavori per l'installazione della fibra ottica del progetto Enel Open Fiber, quindi le strade in cui lavoreranno gli operai saranno nuovamente asfaltate dopo la posa dei cavi come nel resto della città".

I lavori della Cava di Maso

Tra gli interventi attualmente in corso c'è poi quello della Cava di Maso, area che il Comune sta mettendo in sicurezza nella parte nord. I lavori sono stati contrattualizzati e si prevede di partire con gli interventi tra fine settembre e inizio ottobre del 2017. L'unica incognita per il cantiere è il procedimento attualmente in corso con il proprietario dell'area dove sorge la muratura a nord della Cava. "Se quest'ultimo non venisse abbattuto - ha spiegato Galasso - rischieremmo entro 200 anni che la parete frani, soprattutto in caso di piogge violente. Situazione che metterebbe anche l'area a rischio allagamento".

Solo il giudice dovesse dare ragione al Comune, l'Autorità straordinaria per l'emergenza del dissesto idrogeologico potrà così proseguire con i lavori. La sentenza, seguita all'udienza tenutasi il 27 giugno scorso, è attesa entro settembre. L'obiettivo dell'amministrazione è riportarlo alla sua funzione originale: un grande parco capace di ospitare attività sportive ed eventi culturali aperti alla cittadinanza.

Nuovo giardino e spazi per gli anziani

Tra le richieste poste dai residenti al sindaco Decaro ci sono gli spazi per famiglie e bambini. L'amministrazione è già all'opera per creare un giardino in via Donadonisi, la cui gara è già in appalto. L'aggiudicazione dovrebbe avvenire entro inizio ottobre, come assicura l'assessore Galasso, e allora si inizierà subito con la cantierizzazione. La futura area verde - "la completeremo entro gennaio del 2018" è stata la promessa di Decaro - sarà dotata di alberature (21 in totale), sedute e giostrine per i più piccoli, con un esborso di 75mila euro dai fondi del Municipio.

I presenti più anziani hanno poi chiesto uno spazio al chiuso per giocare a carte. L'idea del Comune è di sfruttare una stanza del vicino centro sociale, "strutturandola in maniera tale da non perdere i volumi interni minimi richiesti per le strutture sociali" ha concluso Galasso. Grande successo, poi, per la proposta di ripristinare le fermate all'interno di Santa Rita per la linea 6 del bus Amtab. 

Case popolari e proteste

Capitolo finale dei lavori che interesseranno il quartiere sono le case popolari. È infatti già in gara l'appalto per il ripristino degli ascensori interni agli stabili, dei cancelli elettrici e dei cortili esterni nelle strutture consegnate lo scorso febbraio.

Non sono mancate proteste durante la riunione della Giunta territoriale: una quarantina di residenti della zona di Ceglie, intervenuti per presentare all'amministrazione alcune problematiche relative alla loro zona, si sono allontanate quando è stato detto loro dal sindaco Decaro che l'incontro interessava esclusivamente il quartiere di Santa Rita. "Eppure nei volantini distribuiti a Carbonara e sui post Facebook che pubblicizzavano l'evento non c'era scritto questo" hanno spiegato a BariToday.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento