Le scuole della provincia si preparano alla riapertura: lavori in 75 istituti, 100 aule ottenute grazie agli interventi

I numeri sull'edilizia scolastica nell'Area metropolitana sono stati diramati durante l'incontro tra il consigliere metropolitano Bronzini e i sindacati, a poche ore dall'avvio dell'anno scolastico, previsto in Puglia il 24 settembre

Settantacinque cantieri aperti dislocati in 25 Comuni del territorio metropolitano, oltre 100 aule ottenute grazie ad interventi di “edilizia leggera”, per un totale di 6 milioni e mezzo di euro investiti tra contributi ministeriali, fondi prelevati dal bilancio e dall’avanzo di amministrazione dell’Ente e fondi già impegnati sulla prima annualità del piano triennale. sono i numeri dell'edilizia scolastica metropolitana, emersi questa mattina durante l'incontro tra il consigliere delegato all'Edilizia scolastica, Marco Bronzini e i rappresentanti sindacali regionali e provinciali del comparto scuola (FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS CONFSAL, FGU e ANP) alla presenza del Dirigente del Servizio edilizia e patrimonio della Città metropolitana di Bari, Nicolò Visaggio.

La scuola si prepara a ripartire nel territorio regionale anche grazie agli interventi completati: sono 18 i cantieri già chiusi negli istituti, mentre "altri 10 che saranno ultimati entro fine settimana, 37 in corso ma che interessano spazi che non interferiscono con lo svolgimento dell’attività didattica e 10 in fase di affidamento" spiegano dalla Città metropolitana. In vista dell'avvio ufficiale, previsto per il 24 settembre, si è scelto così di concentrarsi su lavori di “edilizia leggera” cercando di ricavare all’interno degli immobili spazi più capienti per allargare aule e creare classi aggiuntive consentendo così il distanziamento necessario per la didattica in presenza. Si è dato spazio, infatti, ad interventi di impermeabilizzazione e risanamento per il recupero di ambienti inutilizzati, ridistribuzione di spazi, interventi su ambienti già presenti in edifici scolastici con la modifica della loro destinazione d’uso attraverso la demolizione di divisori o realizzazione di tramezzature.

Il commento dei sindacati 

“Alla vigilia dell’apertura delle scuole secondo il calendario regionale, abbiamo sentito l’esigenza di confrontarci con tutte le sigle sindacali del comparto scuola per illustrare l’intensa attività svolta dalla Città metropolitana in questi ultimi mesi per venire incontro alle più pressanti esigenze logistiche degli edifici scolastici, compresa l’attività, ancora in corso, che stiamo svolgendo sui temi della mobilità degli studenti – ha affermato Bronzini -.  Con grande piacere prendo atto che, la dettagliata rendicontazione sulla gestione dei fondi del Ministero e dei fondi dell’Ente, è stata giudicata ottimale dai sindacati nel rapporto delle scelte effettuate nonostante le tempistiche ristrette. Siamo riusciti a non perdere alcuna fonte di finanziamento nazionale, anzi, grazie all’ottimo lavoro svolto dai nostri uffici, anche ad avere finanziamenti significativi che soddisfano le esigenze delle nostre scuole ricavate attraverso con un’interlocuzione continua con tutti i dirigenti scolastici. Questa è solo una fotografia di quanto fatto finora, ma non un traguardo visto che stiamo ultimando numerosi cantieri e stiamo lavorando per un utilizzo ottimale dei fondi per le locazioni e per il noleggio di tensostrutture private”. 

I sindacati, in una dichiarazione congiunta, hanno espresso “vivo apprezzamento per l’iniziativa promossa dalla Città metropolitana di Bari con il consigliere delegato Bronzini, auspicando che analoghe iniziative siano adottate nei Comuni e nelle altre provincie pugliesi e che si arrivi, in tempi rapidi, ad analoga interlocuzione anche a livello regionale”.

I sindacati hanno espresso, a più voci, un plauso per la strategia e gli interventi operativi avviati e per l’efficiente funzionamento della macchina amministrativa dell’Ente. Inoltre, hanno chiesto all’unanimità di essere aggiornati e convocati ciclicamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ricerca di immobili

È intanto in fase istruttoria l’avviso esplorativo promosso dall’Ente per reperire sul territorio metropolitano immobili da adibire ad attività didattiche a seguito dell’assegnazione da parte del Ministero di 1 milione e 488 mila euro circa per la locazione di immobili da destinare ad aule scolastiche. A breve la Città metropolitana pubblicherà un nuovo bando per il noleggio di strutture temporanee, quali tensostrutture o prefabbricati, da installare, dove possibile, negli spazi esterni delle scuole da destinare anch’esse ad attività didattica grazie ad ulteriori fondi ministeriali ottenuti pari a circa 611 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Zone rosse anti movida, Decaro attacca il governo e il nuovo Dpcm: "Inaccettabile scaricare responsabilità sui sindaci"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento