Cronaca

"Non ferì bagnante con un motoscafo": assolto Giovanni Cassano, fratellastro di Antonio

L'episodio contestato si verificò nell'estate del 2013 a Giovinazzo: l'uomo è stato prosciolto "per non aver commesso il fatto" dall'accusa di lesioni e "perché il fatto non sussiste" da quella di omissione di soccorso

Giovanni Cassano, fratellastro del calciatore Antonio Cassano, è stato assolto "per non aver commesso il fatto" dall'accusa di lesioni e "perché il fatto non sussiste" da quella di omissione di soccorso, nell'ambito del processo, dinanzi al Tribunale di Bari, sul ferimento di un bagnante investito da un gommone nelle acque antistanti Giovinazzo il 13 luglio 2013,.

Alcuni testimoni segnalarono la presenza di un natante bianco che, ad alta velocità e a 20 metri dalla costa, aveva travolto un 37enne colpendolo alla testa con lo scafo per poi fuggire senza prestare soccorso al ferito. I successivi accertamenti consentirono di individuare all'interno del porto di Giovinazzo un gommone corrispondente alle descrizioni. Giovanni Cassano fu presto identificato, denunciato e gli fu ritirata la patente nautica. La difesa dell'imputato, da parte dell'avvocato Nicola Quaranta, ha invece evidenziato l'assenza di prove riguardo al fatto che il gommone dell'investimento fosse proprio quello di Cassano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non ferì bagnante con un motoscafo": assolto Giovanni Cassano, fratellastro di Antonio

BariToday è in caricamento