menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa di fine Ramadan, la Comunità Islamica barese celebra l'Eid al Parco 2 Giugno

In tanti hanno preso parte alla funzione religiosa sul prato centrale per commemorare la conclusione del periodo dedicato al digiuno penitenziale, cominciato circa 1 mese fa

Diverse centinaia di persone hanno preso parte, questa mattina, al Parco 2 Giugno, alle celebrazioni per l'Eid al Fitr, una delle festività principali dell'Islam, in occasione della fine del mese sacro del Ramadan. L'evento è stato organizzato dalla Comunità islamica pugliese. In tanti sono giunti dalle prime ore del mattino per celebrare la ricorrenza, vissuta come segno di gioia per la fine del periodo penitenziale e di digiuno "ma anche - spiega una nota degli organizzatori - come profondo ringraziamento ad Allah per averli guidati e sostenuti nello sforzo, auspicando che la gioia del giorno di festa corrisponda al perdono dei loro peccati". 

"Sarà festa - spiega l'imam Abdul Rahman della Comunità Islamica di Puglia -  nelle nostre famiglie e in tutte le comunità islamiche, ricordando ad ogni musulmano che la fine del Ramadan è un’occasione per riconciliarci con tutte quelle persone con le quali oggi non siamo in buoni rapporti”.  "Ci apprestiamo a vivere un giorno speciale - ha commentato l'imam Sharif Lorenzini, presidente della Comunità Islamica d'Italia - che rappresenta un momento religioso molto sentito dai Musulmani di tutto il mondo. La nostra comunità è pronta a testimoniare che nell’amore di Allah tutto è possibile: il digiuno, la preghiera e infine la gioia e la festa”.

All'organizzazione della giornata ha contribuito anche il Comuni di Bari, grazie al quale l'Amtab ha messo a disposizione corse aggiuntive dei bus dalla stazione ferroviaria verso il Parco 2 Giugno: "Bari - afferma l'assessore cittadino all'Istruzione, Paola Romano - ha l'accoglienza nel suo Dna, e la comunità islamica è parte della città di Bari in tutti i sensi. Avere l'onore di partecipare ad un momento di una comunità così importante è per l'amministrazione comunale una testimonianza simbolica rispetto al rapporto di collaborazione e integrazione su cui possiamo e dobbiamo investire, a partire da questi momenti spirituali. Da parte nostra c'è tutta la disponibilità e la volontà di garantire a tutti i cittadini baresi il massimo rispetto del proprio credo, dando loro la possibilità quotidiana di osservare regole e scelte che garantiscano pluralità e conoscenze. Solo la conoscenza delle religioni - conclude Romano - elimina i sospetti e ci consente di creare insieme una comunità multiculturale e pacifica". 

"Festeggiare con i musulmani di terra di Bari la festa di Eid al Fitr - rileva invece l'assessore cittadino alle Culture, Silvio Maselli - è per noi baresi un gesto indispensabile di amicizia e rispetto per la nutrita comunità che sempre più trova nella nostra città il proprio radicamento e la necessità di una integrazione sociale. Bari è città aperta ad ogni cultura e sensibilità, e noi siamo convinti che il dialogo tra diversi ci renderà sempre migliori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento