Cronaca

#italianoogm e #mobilitiamoci a Bari

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Al presidio di Bari presso EATALY-Bari le due parole preferite sono state #ItaliaNOogm e #Mobilitiamoci. Infatti tutti coloro che si sono presentati nella mattina di sabato 5 aprile per il referendum promosso da LEGAMBIENTE, hanno dato la preferenza con voto unanime a ITALIA NO OGM (se vuoi portare a tavola prodotti non Ogm, biologici, tipici e di qualità).

Con questo voto i cittadini hanno voluto dimostrare di essere consapevoli che il futuro dell'agricoltura italiana sarà solo con la qualità, la tipicità e la sicurezza alimentare. Questo è il messaggio che si è voluto lanciare come cittadinanza attiva.

Il prodotto tipico pugliese promosso nel presidio di Bari è stato quello del piatto di purè di fave con cicoriella selvatica pugliese ed olio extravergine di "oliva pugliese". Un piatto che rappresenta proprio il futuro dell'agricoltura italiana (qualità, tipicità e sicurezza alimentare) ma al tempo stesso rappresenta simbolicamente la "tipica" biodiversità presente nel territorio pugliese.

Al banchetto di raccolta dei voti del referendum si sono presentati i clienti di EATALY, persone che hanno appreso di questo evento tramite l'azione fondamentale dei social network ed i residenti del vicino quartiere di San Cataldo di Bari.

L'obiettivo è stato raggiunto attraverso l'informazione sul tema degli OGM, poco considerato ma che potrà avere nel futuro degli effetti negativi sul territorio e sulla salute degli organismi viventi compreso l'uomo.

Un ringraziamento per la buona riuscita di questo evento va ad EATALY di Bari e a tutti i suoi collaboratori che in pochi giorni anzi in poche ore hanno accettato di collaborare a questo evento.

Roberto Antonacci

#ItaliaNOogm-Bari

Legambiente

https://legambienteneapolis.files.wordpress.com/2014/04/01noogm.jpg?w=553

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#italianoogm e #mobilitiamoci a Bari

BariToday è in caricamento