rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Maxievasione dell'iva su prodotti alimentari e d'igiene: denunciata una società

I funzionari dell'Ufficio Dogane di Bari contestano il mancato pagamento dell'imposta sul valore aggiunto per circa 29 milioni di euro dal 2011 al 2016

Maxi evasione dell'iva nel commercio all'ingrosso di prodotti alimentari e d'igiene. A scoprirla i funzionari dell’Ufficio delle dogane di Bari, che contestano il mancato pagamento dell'imposta sul valore aggiunto per circa 29 milioni di euro tra il 2011 e il 2016.

In particolare sono state accertate numerose cessioni intracomunitarie verso operatori per i quali la partita iva risultava inesistente o cessata, con la costituzione di un indebito plafond. Le indagini degli inquirenti hanno riguardato anche alcune cessioni di prodotti alcolici, che sarebbero state effettuate in violazione delle norme sulla circolazione in regime sospensivo dei prodotti sottoposti ad accisa.

E' così scattata una denuncia al rappresentante legale della società destinataria dei prodotti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxievasione dell'iva su prodotti alimentari e d'igiene: denunciata una società

BariToday è in caricamento