menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La rivolta al carcere di Foggia (foto Ansa)

La rivolta al carcere di Foggia (foto Ansa)

Evaso dal carcere di Foggia, si costituisce Ivan Caldarola: il figlio del boss si è consegnato in Questura

Il 20enne barese era ricercato da lunedì scorso, quando era scappato con altri detenuti nel corso della rivolta nel penitenziario foggiano. Si è presentato a Bari accompagnato dal suo avvocato

Si è costituito questa mattina in Questura a Bari il 20enne Ivan Caldarola, figlio di Lorenzo, boss del clan Strisciuglio al Libertà. 

Il giovane si è presentato in Questura accompagnato dal suo avvocato, Attilio Triggiani, e dalla madre, la pregiudicata Monica Laera. Caldarola era irreperibile dallo scorso lunedì, quando con altri detenuti era scappato dal carcere di Foggia, nel corso di una rivolta scoppiata in seguito alle restrizioni imposte dal governo per l'emergenza Coronavirus.

Ivan Caldarola, considerato dagli investigatori tra le 'giovani leve' del clan Strisciuglio, era in carcere con l'accusa di tentata estorsione e danneggiamento, per alcuni fatti avvenuti a Bari tra novembre e dicembre 2018.
 

(foto Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento