menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Manufatto su via Siponto

Manufatto su via Siponto

Japigia, parchi via Siponto e San Luca: tutto fermo a un anno fa, lavori bloccati

A distanza quasi 12 mesi dal sopralluogo del Comune, la situazione è rimasta identica tra degrado, rifiuti e strutture fatiscenti, devastate dai vandali

Tutto uguale, o quasi, rispetto a un anno fa: stesso degrado, stesse strutture devastate dai vandali, forse ancor di più rispetto all'ultimo sopralluogo che abbiamo compiuto a febbraio 2016. I lavori per il recupero della pineta di San Luca e per la realizzazione del giardino di via Siponto, nel quartiere Japigia di Bari, sembrano non essere praticamente mai cominciati. Eppure, i cantieri erano previsti dalla scorsa estate, dopo la visita effettuata 11 mesi fa dal Comune e dal Municipio. La macchina burocratica, invece, sembra essersi arrestata con buona pace dei residenti che da anni aspettano la riqualificazione delle aree, ora ridotte a vere e proprie discariche. Per le due opere è previsto uno stanziamento di 5 milioni di euro. Le opere, avviate inizialmente alcuni fa, sarebbero attualmente al 20% circa del completamento.

In particolare, nella pineta alle spalle della chiesa di San Luca, al momento, vi sono solamente tubi, rifiuti di ogni tipo ed erbacce alte anche un metro che nascondono i tracciati di quelle che dovrebbero essere aiuole e stradine, del tutto coperte dalla vegetazione. Nell'area dovrebbero sorgere giochi per bambini e due campi sportivi polivalenti oltre a un impianto di videosorveglianza: al centro, invece, il manufatto è destinato a ospitare spogliatoi e un punto ristoro. Per adesso regnano mattoni rotti, scritte e disegni con lo spray. Stessa, identica situazione, in via Siponto: la struttura in cemento è totalmente aperta e devastata: all'interno materassi, pezzi di plastica e altra immondizia. Attorno all'area, a due passi da una scuola materna, le recinzioni di quello che sarebbe dovuto essere il cantiere, sono riposte sull'asfalto, rendendo anche complicato il percorso per i pedoni: "Degli operai - afferma un residente - neanche l'ombra. Ormai ci siamo rassegnati nel vedere questo terreno completamente degradato". 

Sulla questione, l'assessore Galasso ha spiegato le difficoltà in corso: "Contavamo - spiega - di riprendere i cantieri a marzo del 2016 ma sono rimaste criticità non ancora superate, per quanto riguarda aspetti progettuali. Le opere fanno parte dello stesso contratto all'interno del Pru, il Piano di Recupero Urbano. I lavori sono in sospensione e nelle prossime settimane faremo ulteriori approfondimenti per sbloccare il tutto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento