menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco via Troisi a Japigia, i residenti: "Chiediamo confronto col sindaco"

Il Comitato auspica maggiore cooperazione in vista dei lavori del nuovo giardino grande circa 2 ettari: "Diversi aspetti da rivedere. Le nostre segnalazioni non hanno avuto risposta"

"Auspichiamo che al più presto avvenga un incontro con il sindaco. Abbiamo inviato decine di mail ma senza risposta. Così com'è il parco di via Troisi non va bene". Il comitato di residenti della zona, nel quartiere Japigia, chiede un confronto con l'amministrazione cittadina in vista dell'apertura dei cantieri della nuova area verde di circa 2 ettari, prevista nell'ambito del Pirp di zona, finanziato con fondi regionali. Il giardino piace a gran parte degli abitanti ma un gruppo di cittadini non è soddisfatto del lunghissimo iter per la realizzazione (se ne parla da decenni) e di come il progetto, a loro avviso, sia stato ridotto in portata e qualità. 

"Doveva arrivare fino alle case cooperative - spiega Angelo Elefante, del Comitato di residenti - invece è stato in parte ridimensionato. Non ci piace neppure l'idea di creare una vera e propria strada che da via Suglia collegherà via Toscanini. La riteniamo inutile e temiamo che possa portare sporcizia e inquinamento. Un vero e proprio budello che potrebbe diventare discarica. Un'area verde ha senso per riposare, non per vedere le macchine. Su questo aspetto ignoriamo le ragioni".

Tra le variazioni rispetto al progetto iniziale vi sarà anche una recinzione lungo il perimetro con tre accessi da via Suglia, via Toscanini e via Troisi. I residenti chiedono anche alcune modifiche più nel dettaglio come la "sostituzione degli oleandri con essenze di carrubo, innocue se ingerite a differenza delle prime". Il punto della situazione verrà fatto la settimana prossima quando ci sarà, molto probabilmente il 23, un incontro tra l'assessore Galasso, i tecnici e gli stessi residenti. Il grande parco, però, non è l'unico dei problemi segnalati: c'è un'altra area, sempre su via Suglia, vicino al civico 64, sulla quale il Comitato chiede interventi adeguati: "Attualmente è recintata e adibita a parchetto per cani. E' una zona potenzialmente importante ma il progetto di riqualificazione è, a quanto pare bloccato. Ci piacerebbe fosse destinato ad area davvero verde, con molti alberi e senza ulteriori campi sportivi, come sembrerebbe previsto. Non servono doppioni. Basterebbero poche decine di migliaia di euro per restituirla come si deve al quartiere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento