menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scarica rifiuti edili in campagna: scatta maxi multa, motocarro sequestrato

Sanzione da 3600 per l'uomo, sorpreso dalla polizia municipale a sversare scarti di lavorazioni edili in un fondo nei pressi di via Caldarola. Indagini in corso per risalire alla ditta responsabile dello smaltimento abusivo

Sorpreso dagli agenti della Polizia municipale mentre sversava abusivamente scarti edili in aperta campagna, in un fondo di proprietà privata nella zona di via Caldarola, verso via San Giorgio.

Per l'uomo, un soggetto con precedenti penali, pizzicato dopo una serie di appoostamenti nella zona, è scattata una multa dell'importo complessivo di 3600 euro: 600 per abbandono su area pubblica di rifiuti speciali non pericolosi, e tremila per il trasporto degli stessi senza Formulario di identificazione dei rifiuti. 

E' inoltre scattato il sequestro del motocarro utilizzato per il trasporto dei rifiuti, risultato privo di copertura assicurativa e revisione periodica obbligatoria, mentre all’uomo è stata ritirata la patente perché scaduta. 

I rifiuti consistono in circa 400 kg di prodotti vari - prevalentemente residui da attività di demolizione.

“La nostra attenzione sul fronte dei reati ambientali e degli illeciti in tema di rifiuti resta alta – commenta l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli - grazie all’impegno quotidiano dei nostri agenti di Polizia giudiziaria, che sento di dover ringraziare a nome dell’amministrazione comunale.  Oltre al sequestro del mezzo e alle multe pecuniarie elevate  all’uomo colto in flagrante, adesso sono in corso ulteriori indagini per individuare e sanzionare la ditta responsabile delle lavorazioni edili che si  è rivolta ad un soggetto privo di qualsiasi autorizzazione per il conferimento dei rifiuti speciali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento