Un milione di euro nelle pareti di casa: blitz della Squadra Mobile a Japigia

La scoperta in un'abitazione riconducibile a un pregiudicato: "Proventi dell'attività di spaccio". A maggio scorso all'uomo erano stati sequestrati altri 60mila euro e documentazione 'contabile' relativa alla vendita di stupefacenti

I soldi sequestrati

Ancora una volta, come già accaduto pochi giorni fa, gli uomini della Squadra Mobile hanno dovuto rompere il muro a martellate per arrivare al nascondiglio e recuperare il 'bottino'. Se lo scorso 8 settembre si era trattato di armi, nascoste nell'abitazione di due 'insospettabili', questa volta invece si è trattato di un sequestro di denaro. Tanto denaro: quasi un milione di euro in contanti, occultati nelle pareti di un'abitazione di Japigia riconducibile ad un noto pregiudicato, assente al momento del blitz della Mobile.

Il nascondiglio

Le banconote -  936mila euro in tutto - erano nascoste in un'intercapedine ricavata in uno dei muri dell'appartamento, sotto una finestra, racchiuse in buste di plastica termosaldate.

VIDEO: LE BANCONOTE NEL MURO SCOPERTE DALLA POLIZIA

Il sequestro e le indagini: la "cassaforte" del clan

Un 'bottino' "di cui non è stata data alcuna giustificazione" e che sarebbe con ogni probabilità provento di un'estesa attività di traffico di droga. Gli investigatori, in sostanza, ritengono di aver individuato la "cassaforte" di una delle due fazioni criminali attualmente in lotta per il controllo del territorio a Japigia. A carico dello stesso pregiudicato, a maggio scorso, la Squadra Mobile aveva già sequestrato, in un altro luogo, 60mila euro in contanti e documentazione 'contabile' relativa allo spaccio di stupefacenti. Del resto, sarebbe proprio il controllo delle attività di spaccio la causa scatenante della 'faida' esplosa nei mesi scorsi nel quartiere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono in corso approfondimenti investigativi, coordinati dalla Procura della Repubblica di Bari tesi ad accertare l’origine e la titolarità dell’ingente somma di danaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento