Cronaca

Kabobo, il killer di Milano, nel 2011 partecipò alla rivolta del Cara di Palese

L'uomo che all'alba di sabato scorso ha aggredito e ucciso a picconate tre passanti a Milano, era già noto alle forze dell'ordine: il 1° agosto 2011 era tra coloro che diedero vita alla rivolta nel Centro per richiedenti asilo di Palese

Fonte della foto: Corriere.it

Un'altra alba folle. In Puglia, prima che a Milano. Il 1° agosto 2011 Mada Kabobo, il 31enne ghanese che all'alba di sabato scorso ha aggredito e ucciso a picconate tre passanti alla periferia di Milano, si trovava a Bari. A Palese, precisamente. Era da pochi giorni arrivato in Italia ed era ospite del Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo che sorge nei pressi dell'aeroporto. E quella mattina di inizio agosto, Kabobo fu tra i migranti che presero parte alla rivolta che per un'intera mattinata tenne sotto scacco la città. Partita all'interno del centro di accoglienza, si riversò in strada e sui binari: per ore i migranti bloccarono la statale 16 e la linea ferroviaria Bari-Lecce che passa proprio alle spalle del centro di accoglienza, dando vita ad una vera e propria guerriglia e scontrandosi con la polizia.

Tra loro c'era, appunto, anche Mada Kabobo. Il suo volto compare in una fotografia pubblicata in questi giorni da alcuni quotidiani, come Gazzetta del Mezzogiorno e Corriere. Nella foto Kabobo è fermo e osserva. Accanto a lui altri uomini incappucciati e armati di bastone. Quello stesso pomeriggio verrà bloccato e identificato dagli agenti della Polfer di Bari.  Lo scatto è agli atti del processo sulla rivolta nel Cara di quel  1°agosto 2011.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kabobo, il killer di Milano, nel 2011 partecipò alla rivolta del Cara di Palese

BariToday è in caricamento