Cronaca

Altro che kebab... ecco il 'Kepurp'. Idea barese? No, napoletana

Dalla creatività di uno chef napoletano nasce la risposta al famoso piatto mediorientale: un'insalata di polpo pressata tanto da assumere la forma di un kebab. E i baresi? Ci sarà qualcuno pronto a rispondere alla 'sfida' creativa?

Chissà se anche tra i baresi, così ghiotti di polpo in tutte le sue declinazioni, qualcuno ci aveva mai pensato: preparare un kebab di polpo... un 'kepurp'. Fatto sta che qualcuno il 'kepurp' lo ha inventato davvero, ma non a Bari.

Il piatto è nato dalla creatività di uno chef partenopeo, Ciro Salatiello, cuoco ufficiale del Napoli: il kepurp, risposta 'locale' al kebab (in napoletano il polpo è, appunto, o' purpo), altro non è che un'insalata di polpo pressata in modo da assumere la classica forma cilindrica del piatto medio orientale. Salatiello ha inserito il kepurp nel suo ultimo libro di ricette, “In cucina con Ciro Salatiello, dalla prima colazione al dessert”, offrendolo - e riscuotendo molti apprezzamenti - a chi ha partecipato alla presentazione del volume.

Anche i baresi, siamo certi, apprezzerebbero. E chissà che presto non spunti anche una versione nostrana del 'kepurp', pronta a farsi spazio nel regno dello street food, tra sgagliozze, popizze, involtini e polpo arrosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro che kebab... ecco il 'Kepurp'. Idea barese? No, napoletana

BariToday è in caricamento