Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

L’Aguvs “Roberto Belviso” a Molfetta con “Pro-muoviamoci…in sicurezza”.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Sabato 24 marzo i soci volontari dell' AGUVS di Castellana Grotte hanno tenuto un incontro con circa 180 studenti del 4^ anno dell'Istituto Tecnico Commerciale ''Salvemini'' di Molfetta per sensibilizzare alla sicurezza stradale. La manifestazione promossa come ''PRO - MUOVIAMOCI...IN SICUREZZA'' si è svolta nella Sala Finocchiaro presso la Fabbrica di San Domenico patrocinato dal Comune di Molfetta. A moderare l'incontro il consigliere Aguvs Pina Laera che ha affidato l'apertura dello stesso al Dirigente Scolastico dell'ITC Dott. Sabino Lafasciano e al Prof. Leonardo Carabbellese in qualità di padroni di casa. I due docenti hanno sottolineato l'importanza della lezione e della presenza di un'associazione come l'AGUVS in quanto proprio perché composta da familiari vittime della strada ha la capacità indiscussa di trasmettere alle nuove generazioni di fruitori della strada il rispetto del codice e il rispetto per se stessi e gli altri. Una platea giovanissima attenta e partecipante ha assistito a una lezione educativa, corposa e formativa con l'ausilio di professionisti in vari ambiti. Suggestivo il saluto del nuovo Comandante della locale stazione dei Carabinieri Maresciallo Malerba testimone di innumerevoli incidenti anche mortali il quale ha sottolineato quanto sia difficile per un rappresentante dell'ordine dover comunicare ai familiari il tragico evento. Altrettanto suggestivo l'avvio della lezione affidato alla sigla dell'AGUVS "L'Importanza della Vita" concessa a titolo gratuito all'Associazione dai musicisti romani Walter Sciotino, Claudio Giambarresi e Manuel Moroni a cui ha fatto seguito l'intervento del Presidente Aguvs di Castellana Grotte, Mariano Belviso. "Il rispetto per la VITA è essenziale e quando siamo per strada, siamo tutti potenziali vittime...o assassini,- ha rimarcato il Presidente Belviso- i mezzi di locomozione se usati con inconsapevolezza, leggerezza e irresponsabilità, si trasformano in armi letali." Belviso inoltre, ricordato le motivazioni dell'apertura della sede Aguvs a Castellana Grotte dedicata a Roberto Belviso e in onore di tutte le vittime della strada, ha dato lo starter alla lezione con 1 minuto di silenzio scandito nel video narrante la storia di suo figlio. Una atmosfera toccante ha introdotto la testimonianza di Stefania Bruno. "Roberto era un vulcano nella nostra vita e chi lo ha ucciso ha condannato noi all'ergastolo" con questa frase la sig.ra Stefania ha trasmesso ai giovanissimi studenti l'importanza di un figlio per ogni genitore e quanto la sua assenza forzata non possa essere assolutamente rimpiazzata. Una mamma Stefania che, nonostante ogni qualvolta una foto, una canzone, uno sguardo, un sorriso le riporta alla memoria un figlio che non c'è più, trova la forza di parlare ai giovani e trasmettere loro la consapevolezza che la vita è una e va salvaguardata. A seguire, l'intervento del Comandante della Polizia Municipale di Molfetta il Dott. Giuseppe Gadaleta che, con l'ausilio di un video sulla sicurezza stradale e conoscitore della realtà locale ha esortato gli studenti al rispetto delle regole. Particolarmente interessanti e formativi i contributi educativi dell'istruttore di "guida sicura" Domenico Maselli dell'Autoscuola Guidare di Acquaviva delle Fonti e del Vigile del Fuoco del distaccamento di Molfetta Caposquadra esperto Mario Antonio Giampaolino. Professionalità, competenza e preparazione al servizio dei giovani fruitori con l'ausilio di slide e video. Toni più vivaci ma soprattutto confacenti alla platea quelli adottati dal Dott. Francesco Mastrosimini medico 118 dell'ASL Bari. Interagendo in maniera diretta e a volte divertente con i ragazzi evitando superflue e sterili dimostrazioni di simulazioni di soccorso, il Dott. Mastrosimini è riuscito a pieno nell'intento: attirare la massima attenzione sul valore della VITA propria e altrui, avendone cura e preservandola ad ogni costo. Un ringraziamento particolare da parte dell'Aguvs è stato rivolto al Sig. Adamo di Molfetta padre del giovanissimo Beppe, vittima lo scorso anno di un sinistro mortale che con molta discrezione e altrettanta determinazione è intervenuto esprimendo plausi alla tipologia associativa ma soprattutto agli scopi che la stessa si è prefissa. Lo scambio di pergamene, la dimostrazione dell'apparecchio alcool-test da parte dei Vigili Urbani e l'analisi a campione dei questionari stilati dall'AGUSV e compilati dagli studenti ha concluso una mattinata intensa ed educativa in difesa della vita.

Chiunque voglia avvicinarsi alla Associazione per collaborazione e condivisione di un progetto altruistico può inviare una e-mail a aguvs.castellana@libero.it o sul sito www.giustiziavittimedellastrada.org cliccando sul menù sedi in Puglia.

 

Pina Laera- Uff. Stampa AGUVS Castellana Grotte

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Aguvs “Roberto Belviso” a Molfetta con “Pro-muoviamoci…in sicurezza”.

BariToday è in caricamento