L'alimentazione come stile di vita per una buona salute

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Un'alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in salute. Un'alimentazione inadeguata, infatti, oltre a incidere sul benessere psico-fisico, rappresenta uno dei principali fattori di rischio per l'insorgenza di numerose malattie croniche. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati grazie a una equilibrata e sana alimentazione. L'importanza del binomio "alimentazione e buona salute" è sottolineata proprio dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che considera nutrizione adeguata e salute diritti umani fondamentali. L'alimentazione è uno dei fattori che maggiormente incidono sullo sviluppo, sul rendimento e sulla produttività delle persone, sulla qualità della vita e sulle condizioni psico-fisiche con cui si affronta l'invecchiamento. Di tutto questo si è parlato nella sala convegni della Camera di Commercio di Bari nel corso del convegno organizzato da ANTEAS Bari e FNP Cisl Bari su "ALIMENTAZIONE: LA BASE PER LA BUONA SALUTE". "La buona alimentazione - ha spiegato Francesco Gentile Diabetologo - limita non solo l'incidenza delle malattie metaboliche ma riduce la progressione verso le malattie degenerative tra cui arteriosclerosi, oncogenesi. Chi mangia bene si predispone a non avere una serie di malattie nel tempo ed io suggerisco di tenere presenti sempre le 3 A Alimentazione, Attività fisica e Autocontrollo" L'iniziativa nasce - ha detto Cavazzoni - perché vogliamo dare aiuto alle famiglie disagiate, attraverso la donazione di 60 pacchi donati dalla Divella, e quindi cogliere l'occasione per informare su nutrizione e diabete" "Negli ultimi tempi la spesa famigliare per quanto riguarda l'alimentazione - ha sottolineato Liantonio - si è abbassata molto. Quindi c'è un problema di buona alimentazione soprattutto per gli anziani che rinunciano alla buona alimentazione e alla salute" Presenti Antonio Cavazzoni Presidente Anteas Bari, intervengono il Dott. Luca Napoli Biologo Nutrizionista, Dott. Francesco Gentile Diabetologo, Francesco Cannone Ingegnere, Beppe Nanula Seg. Gen. Aggiunto Cisl Bari, conclude Domenico Liantonio Seg. Gen. Pensionati Cisl Bari.

Torna su
BariToday è in caricamento